homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Grandinata sulla Riviera e sul Miranese: pesanti danni all'agricoltura

La precipitazione si è verificata verso l'ora di pranzo caratterizzandosi per raffiche di vento impetuose e chicchi di grandine grossi alcuni centimetri. Conseguenze sulle colture di mais

Un'autentica "bomba d'acqua" verso l'ora di pranzo di domenica si è scagliata sul Miranese e sulla Riviera. In pochi minuti chicchi di grandine grossi alcuni centimetri hanno bersagliato auto e coltivazioni, trasformando alcune strade in veri e propri torrenti. Oltre al temporale, intenso e a tratti "dirompente", anche il vento ha fatto la sua parte, spostando cartelloni stradali e cassonetti.

 

Una tempesta verificatasi dopo giorni in cui le temperature erano state africane, mettendo ancora una volta in ginocchio l'agricoltura della zona. In questo caso a farne le spese sono state soprattutto le colture di mais, le cui piante in questi giorni erano in fase di crescita. Non pochi gli agricoltori che si sono visti piante e prodotti rovinati dal maltempo.

Sul fronte degli interventi dei vigili del fuoco, la situazione si è rivelata ben più tranquilla rispetto al fortunale che si abbatté tre settimane fa sempre sul Miranese e sulla Riviera. In quel caso, infatti, una palestra di Santa Maria di Sala venne scoperchiata dalla violenza del vento e una porzione del tetto di una ditta di Olmo di Martellago letteralmente "volò via" per ricadere poi in strada.

Tra i paesi più colpiti domenica Noale, Mirano, Spinea, Dolo, Fiesso d'Artico, Santa Maria di Sala e Scorzé.

 

IL VIDEO DELLA GRANDINATA "SECCA"  SU SCORZE' (GABRIELE MICHIELETTO)

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

 

IL VIDEO DELLA TEMPESTA SU SPINEA (YOUREPORTER)

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Battono la testa sul ponte mentre ammirano le bellezze della Riviera, due feriti gravi

    • Cronaca

      "Collezionista" di documenti falsi in Belgio: i carabinieri lo intercettano in albergo a Bibione

    • Cronaca

      Terremoto: vigili del fuoco veneziani partiti per l'emergenza in centro Italia

    • Cronaca

      Degrado a Venezia, incontro tra procuratore e polizia locale: indagini in corso

    I più letti della settimana

    • Turisti senza ritegno, ora Venezia diventa anche latrina: la foto choc gira sul web

    • Degrado no-stop: un'altra donna fa pipì all'aperto a Venezia, turisti in tenda ai Tolentini

    • Non c'è pace per gli automobilisti, furti in serie nella notte ai veicoli parcheggiati

    • Si masturba in spiaggia davanti ad una donna in bikini: rintracciato, è stato denunciato

    • Noale: fuori di sé nel bar, volano pugni e sedie. Arrivano i carabinieri, finisce in ospedale

    • Fatture false nel commercio di pneumatici, evasione per decine di milioni: 11 denunce

    Torna su
    VeneziaToday è in caricamento