I ladri maldestri colpiscono ancora Rapina fallita lungo Strada Nuova

Malviventi messi in fuga dopo aver tentato di estorcere denaro in un negozio. Sembrerebbero gli stessi che hanno colpito alle Zattere

I malviventi maldestri di Venezia hanno colpito ancora. O, meglio, ci hanno provato ancora. Pare infatti che una coppia di rapinatori del tutto simile a quella che nei giorni scorsi aveva tentato di farsi consegnare l'incasso di una tabaccheria alle Zattere, abbia cercato di estorcere denaro in un negozio di ottica lungo Strada Nuova. Anche in questo caso però, proprio come accaduto alle Zattere, i due malintenzionati sarebbero stati messi in fuga e costretti a ritirarsi con solo un pugno di mosche in mano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SECONDO TENTATIVO – Martedì una coppia di rapinatori aveva fatto irruzione armata dentro la tabaccheria dei Gesuati, pretendendo di ricevere il contenuto della cassa. L'emozione del momento, la tensione che sale e uno dei due ladri ha fatto cadere la pistola, che si è rotta in mille pezzi, rivelandosi un giocattolo. I delinquenti, dopo un paio di imprecazioni in veneziano stretto, sono fuggiti per le calli. Venerdì, come riporta la Nuova Venezia, il secondo tentativo: intorno alle 18.15 i due criminali sono piombati dentro un negozio di ottica in Strada Nuova brandendo un taglierino (o forse un punteruolo) e chiedendo i soldi dentro la cassa. L'arma improvvisata e i volti coperti da cappucci e sciarpe non hanno però intimorito il negoziante, che ha subito reagito e messo in fuga i due ladri. Le disavventure della goffissima coppia di rapinatori intanto stanno facendo il giro della città e c'è pure chi dice di sapere chi siano: sembra infatti che già in passato i due criminali si siano resi protagonisti di episodi al limite del ridicolo, diventando così la principale fonte d'ispirazione per le gag del duo comico Carlo & Giorgio, che da anni presentano nel loro repertorio le scenette di due tossicodipendenti ai margini della società e della legge. L'arte imita la vita e la vita imita l'arte, insomma, anche con le barzellette.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si alza il rischio di contagio, in Veneto regole più severe: lunedì nuova ordinanza

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Moda e calzature in ginocchio

  • Addio a Carlotta, morta nel sonno a 13 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento