Profughi, Della Rocca: "Infiltrazioni terroristiche? Da escludere"

L'ex questore di Venezia rassicura: "Il nostro antiterrorismo sta funzionando molto bene: le operazioni, tutte preventive, riescono a bloccare il fenomeno all'inizio"

L'eco delle azioni dei terroristi del Califfato arriva, come ovvio che sia, anche in Italia, paese considerato bersaglio dei criminali. E l'esodo dei profughi dai paesi considerati più a rischio non fa che alimentare allarmismi e tensioni.

FORZE DELL'ORDINE ATTREZZATE. Della questione terrorismo ha parlato anche l'ex questore di Venezia Fulvio Dalla Rocca, attuale vice direttore generale della Polizia, e direttore della Polizia criminale intervenuto ad un convegno sulla cooperazione tra le forze di polizia organizzato nella città lagunare: "Che l'occidente sia nel mirino è un dato di fatto, ma non bisogna neanche creare un allarme eccessivo. C'è questa percezione di insicurezza che un po' pervade il nostro tessuto sociale - ha osservato Della Rocca - ma credo che i cittadini italiani debbano fare mente locale e rendersi conto che le forze dell'ordine ci sono e fanno la loro parte nel modo migliore e con grande professionalità. Il terrorismo è una 'bestia' difficile da conoscere, da domare. Credo che però siamo attrezzati molto bene sotto questo aspetto". Un esempio, sottolinea, è stato l'ultima festa del Redentore affrontata al meglio nonostante le centinaia di migliaia di arrivi in laguna.

COOPERAZIONE IMPORTANTE. Importante, dato il pericolo globale in questo preciso momento storico, è proprio il lavoro interforze tra i vari organi di pubblica sicurezza: "La cooperazione internazionale dà strumenti in più che devono essere valutati e sperimentati. Organismi come Interpol, come Europol con una loro struttura forte che dà veramente esiti importanti, sia sotto il profilo della collaborazione sia sotto quello dei risultati che vengono raggiunti. Bisogna soltanto lavorare perchè ci si parli ancor di più e ancor meglio". Il lavoro di collaborazione tra le varie forze dell'ordine ha permesso solo nel 2014 di arrestare 140 latitanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Addio ad Ambra, morta a 31 anni

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Bollettino contagi e ricoveri per Covid-19 domenica mattina, regione e provincia

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti di oggi

Torna su
VeneziaToday è in caricamento