Tombino lanciato contro la fermata Actv a Mirano, vetro della pensilina disintegrato

Atto vandalico scoperto da una guardia giurata Rangers poco dopo la mezzanotte in via Vittoria, davanti alla scuola Dante. Intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri

Il coperchio di un tombino è stato prelevato dalla strada e lanciato con forza contro una fermata dell'autobus Actv, mandando il vetro della pensilina completamente in frantumi. È lo scenario in cui si è imbattuta una guardia giurata del servizio di vigilanza privata Rangers mentre transitava nella centrale via Vittoria, a Mirano, nella notte tra venerdì e sabato. La scoperta verso mezzanotte e mezza: difficile non notare quel disastro, con vetri sparsi ovunque tra la carreggiata, il marciapiede, la panchina e la stradina retrostante la fermata. Proprio davanti alla scuola elementare Dante.

Area messa in sicurezza

Subito il vigilante ha avvertito la centrale operativa che a sua volta si è messa in contatto con la stazione locale dei carabinieri. Gli uomini dell'Arma sono arrivati sul punto della segnalazione e, una volta constatato il danno, hanno chiesto l'intervento dei vigili del fuoco: il supporto di questi ultimi è stato necessario per mettere l'area in sicurezza ed evitare che qualcuno si facesse male, in attesa del successivo ripristino che spetterà alla società di trasporto pubblico. Ignota, per ora, l'identità di chi ha compiuto il gesto. Avviate le indagini per risalire ai vandali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grosso giro di prostituzione in due locali: prestazioni fino a 1500 euro a notte, 5 persone in arresto

  • Bollo auto, tutte le novità del 2020 dagli sconti alle nuove modalità di pagamento

  • Ladri in fuga sui tetti, braccati con l'elicottero e catturati

  • Ordigno a Marghera. Evacuazione di 3mila persone, niente treni e aerei: Venezia sarà isolata

  • Giovedì il funerale di Sara Michieli, morta in un tragico incidente stradale

  • Schianto contro un muretto in cemento, perde la vita

Torna su
VeneziaToday è in caricamento