Caronte "infiamma" il Veneziano, tutti in coda per raggiungere le spiagge

Grossi disagi sulla Jesolana, dove i rallentamenti stamattina iniziavano da prima di Ca' Noghera. Venticinque chilometri di veicoli a "passo lento". Traffico anche per le altre località marittime

Venti, forse venticinque chilometri di rallentamenti. Durante questo caldo weekend estivo, con l'anticiclone Caronte sopra le teste dei veneziani, sono in migliaia coloro che cercheranno un po' di refrigerio sulle spiagge del litorale. Stamattina la maggior parte però si è ritrovata sulla Jesolana, in direzione della località marittima, a bordo della propria auto.

Secondo la polizia stradale già dalle sette di mattina il traffico si stava intensificando. Tra le nove e mezza e le dieci, poi, i veicoli incolonnati partivano già da prima di Ca' Noghera. Venticinque chilometri d'inferno per i "pendolari" dei litorali. Rallentamenti anche per raggiungere le altre spiagge della provincia: Bibione, Caorle, Sottomarina non costituiscono un'eccezione in fatto di auto in colonna. Questa volta le partenze intelligenti non hanno potuto nulla.

 

DALLE 19 DI SABATO AUTOSTRADA A4 CHIUSA PER LAVORI

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    "Siamo vicini al punto di non ritorno: no a una Venezia-Disneyland per visite distratte"

  • Cronaca

    Brugnaro ai cinesi: "Investite qui, Porto Marghera è un'opportunità da cogliere"

  • Cronaca

    "La storia si ripete: venerdì pranzo da 1.100 euro per 4 turisti giapponesi a Venezia"

  • Sport

    La battaglia di Salerno: quasi 100 minuti di gol e tensione, sconfitti i veneziani

I più letti della settimana

  • Stavolta se n'è andato per davvero: addio a Mario "Pippi", uno dei personaggi di Marghera

  • Una morte troppo giovane: appassionato di basket, si spegne nel sonno a 21 anni

  • Il giorno di Ramses II: acceso fascio di luce di 12 chilometri su Porto Marghera VIDEO

  • "Ho visto una donna scendere dalla bicicletta e lasciarsi cadere nel Naviglio del Brenta"

  • Andrea è morto per soffocamento, i funerali giovedì a Salzano. Mondo del basket in lutto

  • L'ultimo saluto ad Andrea, in centinaia stretti nel cordoglio: "Regalaci un ultimo sorriso"

Torna su
VeneziaToday è in caricamento