Trasporto persone "fai da te" verso l'Est Europa, maxi multa al conducente

Un furgone fermato a Mestre dagli agenti della polizia municipale. L'autocarro, provvisto di rimorchio per i bagagli, è stato sottoposto a fermo. Dentro c'erano 9 persone

Viaggiavano in direzione Romania con quello che di fatto era un servizio abusivo di trasporto persone. Fenomeno che registra, nei mesi estivi, un deciso incremento. Nei giorni scorsi una pattuglia del reparto motorizzato della polizia locale di Mestre ha fermato lungo la tangenziale, all’altezza dello svincolo di via Miranese, un furgone Mercedes proveniente da Roma e e immatricolato, appunto, in Romania: a bordo c'erano 9 persone, mentre nel rimorchio era stipato un carico di bagagli e merci varie.

Multa e sequestro

Il conducente, romeno 43enne residente a Roma, ha cercato inutilmente di giustificare la presenza a bordo dei passeggeri con inesistenti vincoli di parentela. Dovrà pagare, oltre alle relative spese, una sanzione di 4.130 per trasporto di persone e cose per conto terzi senza autorizzazione. Furgone e rimorchio sono stati sottoposti al fermo amministrativo di tre mesi, mentre gli occupanti, rimasti appiedati con i loro bagagli, sono stati costretti a cercare altri mezzi di trasporto.

0730 vigili 2-2

Non l'unico caso

Un'operazione simile risale a un paio di settimane fa, precisamente al 13 luglio. Sempre una pattuglia del reparto motorizzato, sulla Rampa Cavalcavia, all’altezza della Vempa, ha fermato un autocarro immatricolato in Moldavia, proveniente da Brescia e diretto a Chisinau, in Romania, con a bordo persone e cose. Il conducente, trentenne moldavo senza fissa dimora in Italia, era stato sottoposto alle medesime sanzioni del pagamento di 4.130 euro e del fermo amministrativo del mezzo per tre mesi.

Potrebbe interessarti

  • Il Cibo del Risveglio: il convegno nazionale su come vivere fino a 120 anni

  • Consigli anti stress per il rientro dalle vacanze

  • Memoria olfattiva: cos'è e come viene sfruttata dal marketing

I più letti della settimana

  • Schianto auto-moto, due all'ospedale. Bloccato l'autista, guidava ubriaco

  • Un bambino salvato sulla spiaggia a Jesolo

  • Scivola e batte la testa, escursionista veneziano portato all'ospedale

  • Due bagnini indagati per l'annegamento a Jesolo

  • Una coltivazione di cannabis individuata dall'elicottero a Sant'Erasmo

  • Ragazza di colore discriminata in spiaggia: denunciato l'ex gestore di Punta Canna

Torna su
VeneziaToday è in caricamento