Trattative tra Ca' Farsetti e lavoratori, nulla di fatto: "Il Comune limita il diritto di assemblea"

Le posizioni restano distanti, la seduta è aggiornata. Giovedì sono stati trattati i temi delle assemblee sindacali e delle difficoltà di riunione determinate dai tempi di percorrenza

L'accordo sul contratto decentrato ancora non c'è. Giovedì non arriva alcuna conclusione soddisfacente nella discussione tra i sindacati dei lavoratori comunali e i rappresentanti di Ca' Farsetti. Tanto che si è deciso di rinviare la trattativa. Finora, quindi, l'unica firma resta quella della Cisl, mentre il resto del panorama sindacale non ha trovato punti di contatto sufficienti con le posizioni della giunta.

Il confronto di giovedì pomeriggio si è svolto principalmente sulle prerogative sindacali e al diritto di assemblea dei lavoratori. Cgil, Uil, Csa, Diccap, Cobas e Rsu hanno ribadito di ritenere "fondamentale ripristinare le parti cancellate dall’atto unilaterale, a partire dai tempi di percorrenza delle assemblee". "Riteniamo - scrivono in un comunicato congiunto - che ci debba essere anche nel Comune di Venezia la piena agibilità dei diritti sindacali dei lavoratori. Il territorio vede molteplici sedi di lavoro che non sono certo raggiungingibili in tempi brevi: negare questo e considerare il Comune di Venezia come qualunque altro ente vuol dire negarne la specificità e la diffusione dei servizi nel territorio".

"Tra andata e ritorno ci sono tempi di percorrenza anche di 3 ore per raggiungere la terraferma - è stato spiegato - Non prendere questo fattore in considerazione significa negare ai lavoratori il diritto di riunirsi. A ciò si aggiunge il fatto che questa Giunta nega le sedi istituzionali per le assemblee dei lavoratori ed in questo modo non li riconosce nemmeno come parte dell’istituzione stessa. Pensiamo che il diritto di riunirsi nelle sedi istituzionali sia sacrosanto e vada ripristinato". La trattativa si è aggiornata al 26 aprile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Il sindaco Brugnaro risponde alle polemiche di Celentano: «L'ho invitato qui»

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

Torna su
VeneziaToday è in caricamento