Integrativo, si aprono le trattative col Comune: ma il fronte dei sindacati si spacca

La Cisl si smarca e presenta una propria piattaforma. Dal sindaco Brugnaro la conferma: si punterà sulla meritocrazia. Critica la Cgil: "Ci sarà un taglio di mezzo milione di euro"

Come annunciato nei mesi scorsi, si sono aperte le trattative tra Ca' Farsetti e sindacati per il contratto decentrato 2017. Al tavolo giovedì si è seduto anche il sindaco Luigi Brugnaro, il quale avrebbe ribadito che l'obiettivo dell'amministrazione è di risanare i grossi problemi di bilancio ereditati dalle passate amministrazioni. Per questo motivo la ricetta è "meritocrazia" e "partecipazione". Sono queste le due linee guida principali che saranno seguite dal Comune per erogare indennità e premi ai dipendenti. "Non più a pioggia come accadeva in precedenza", ha ripetuto più volte il primo cittadino. Secondo la Fp Cgil, il sindaco avrebbe spiegato in una nota che la contrattazione si dovrà chiudere entro in paio di mesi, altrimenti l'amministrazione procederà ancora in maniera unilaterale. Come lo scorso anno. 

"Purtroppo – dichiara Daniele Giordano, segretario Generale Fp Cgil - ci dispiace dover smentire per l'ennesima volta il sindaco dato che il sistema di performance per l'anno 2016 e gli obbiettivi alle direzioni sono stati individuati la scorsa settimana. Le stesse idee vincenti sono state presentate durante il periodo natalizio e ancora oggi, a distanza di due mesi, non sono state effettuate scelte e valutazioni. Si continua a fare propaganda sulla produttività per tutti quando da tempo in Comune i lavoratori sono valutati e le retribuzioni differenziate". 

L'amministrazione, secondo Giordano, avrebbe annunciato che ci sarà un calo di risorse di 546mila euro dovuto al fatto che non ci saranno risparmi di gestione a causa della superiore mole di lavoro straordinario. "Come Cgil - continua il sindacalista - abbiamo denunciato più volte questo abuso, concentrato in particolare modo nella polizia locale, che serve alla propaganda del sindaco, ad esempio sui temi della sicurezza, e che viene pagata con le risorse di tutti i lavoratori. Brugnaro ha annunciato che le risorse potranno forse aumentare dopo la certificazione del non sforamento del patto di stabilità ma oggi dobbiamo prendere atto che ci sarà un taglio". Tra i sindacati, però, il fronte non è unito. La Cisl avrebbe presentato una piattaforma diversa rispetto alle altre sigle, che lamentano quindi un indebolimento della propria voce. Non si tratta più di un "coro" unico. 
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Per il 25 aprile una marea di cerimonie: incognita venetisti e no global a Venezia

    • ViviVenezia

      Bòcolo di San Marco, gesto d'amore per mogli e fidanzate: l'origine della tradizione

    • Cronaca

      Il piccolo Achille non ce l'ha fatta: si è spento a 3 anni il figlio del calciatore Stefano Favret

    • Cronaca

      Il patriarca nella Basilica: "Marco simbolo di Venezia nel mondo e tolleranza tra culture"

    I più letti della settimana

    • Dramma nel Miranese: ragazzina tenta di togliersi la vita, è grave in ospedale

    • Vicenza, tragedia durante la festa: 22enne di Marghera trovato morto in casa

    • Ricercati in tutta Italia, a spasso per Mestre come nulla fosse: coppia di coniugi in manette

    • Abbandona un water e calcinacci a fianco del cassonetto: maxi-multa da 500 euro

    • "Mi ha stretto la sciarpa attorno al collo e ha cercato di rapinarmi mentre camminavo"

    • Non ci sono feste che tengano: templi dello shopping aperti il 25 aprile e il 1 maggio

    Torna su
    VeneziaToday è in caricamento