Individuato il corpo di uno dei sub dispersi a Santo Domingo

Lo ha annunciato la società speleologica che si sta occupando delle ricerche di Carlo Basso e Carlo Barbieri. Da sabato ne erano state perse le tracce

Carlo Basso (Facebook)

È stato individuato ieri pomeriggio il corpo di uno dei due sommozzatori dispersi nella laguna di El Dudu, a Santo Domingo. Al momento non è chiaro se si tratti di Carlo Basso, mestrino, o di Carlo Barbieri, ligure. Entrambi avevano intrapreso l'immersione sabato scorso e da allora se ne erano perse le tracce. Ad annunciare il ritrovamento è la Dominican Republic Speleological Society, impegnata in queste ore nelle delicate operazioni di ricerca.

Operazioni difficoltose

I responsabili della ricerca hanno trovato il corpo durante una immersione esplorativa nella zona in cui si sospettava che si trovassero i due e, secondo l'associazione, si presume che l'altro possa trovarsi molto vicino. Nel frattempo, però, l'acqua è tornata torbida e non è stato possibile proseguire nelle operazioni: una nuova immersione è stata pianificata per giovedì, mentre solo successivamente si potrà pensare a una missione di recupero.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rapina al Tronchetto: la vittima colpita con una pistola. Telecamere al setaccio

  • Cronaca

    Fatture false, sequestro da 600mila euro a una lavanderia

  • Mestre

    Impianti pagati, ma pazienti senza cure: verso la chiusura la clinica "IdeaSorriso"

  • Mestre

    Poliziotti si fingono impiegati di banca e arrestano un uomo con documenti falsi

I più letti della settimana

  • Omicidio a Venezia: anziano uccide la moglie con una coltellata

  • Auto nel Sile: i sommozzatori la recuperano, poi ne trovano un'altra

  • Ciclista investito finisce a terra e perde la vita

  • Colpito alla testa e derubato del trolley, dentro decine di migliaia di euro in contanti

  • Incendio all'hotel Excelsior: fiamme in cucina nella notte

  • Scomparso da giorni, ammette: «Ero fuggito per debiti di droga»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento