Strisciate finte sull'auto per simulare un incidente che non c'era: coppia arrestata

Due persone sorprese dai carabinieri mentre tentavano di truffare un'anziana a Pramaggiore. Volevano spillarle soldi facendole credere di aver causato danni alla loro macchina

Ieri mattina, a Pramaggiore, i carabinieri del Nucleo operativo della compagnia di Portogruaro hanno arrestato in flagrante una coppia del Siracusano, 47enne lui e 44enne lei, sorpresi proprio mentre stavano cercando di truffare una donna 79enne con modalità simili a quelle della "truffa dello specchietto". I militari, impegnati in normali pattugliamenti, si sono avvicinati nel momento in cui i tre - fermi a bordo strada, vicino alle proprie vetture - stavano discutendo nel corso di quella che a prima vista poteva sembrare la constatazione amichevole di un incidente.

Truffa con gessi colorati

Non era proprio così: i due truffatori stavano accusando la vittima di aver causato dei danni alla loro auto aprendo la portiera al momento del loro passaggio, e la stavano quindi convincendo a consegnare loro 300 euro come risarcimento. La coppia ha anche mostrato i presunti danni alla carrozzeria, ovvero delle strisciate sulla carrozzeria che però sono risultate artefatte tramite dei gessi colorati. I carabinieri hanno scoperto il raggiro e trovato i gessi a bordo dell'auto, quindi arrestato i truffatori che sono ora in attesa dell’udienza di convalida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Apre il nuovo supermercato Aldi di Mestre

  • Epilessia: anche nel distretto di Mirano-Dolo c’è una risposta a questa malattia neurologica

  • Auto esce di strada e finisce contro un platano, morta una 38enne

  • La due volte premio Oscar Emma Thompson da oggi è residente a Venezia

  • Controlli a tappeto nel Veneziano, quattro arresti

  • Fermato con la cocaina, in casa un arsenale di armi e esplosivo al plastico

Torna su
VeneziaToday è in caricamento