«Chi non abita qui deve tornare nel suo domicilio di residenza», la truffa del finto volantino dell'Interno

I carabinieri: «È una truffa, sono ladri»

Anche durante l'emergenza coronavirus continuano le truffe. L'ultima, in ordine di tempo, è stata segnalata dai carabinieri di Venezia quando nella giornata del 29 marzo, alcuni cittadini hanno trovato alcuni volantini, stampati su carta intestata "Ministero dell'Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza", riportanti il logo della Repubblica Italiana, appesi ai portoni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Stanno mettendo affissi ai portoni degli avvisi con i quali anticipano la richiesta di accesso agli appartamenti per il controllo della residenza. - spiegano i carabinieri di Venezia - È  falso. Sono ladri».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un pene in cemento compare a San Marco

  • «Assembramenti fuori dai locali, gente senza mascherina: così torniamo indietro»

  • Un nuovo sistema di prenotazione nell'Ulss 3: non è più l’utente che chiama il Cup, ma viceversa

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Maneggio in fiamme: feriti padre e figlia, morti quattro cavalli

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento