«Raccogliamo fondi per non udenti e bambini poveri», ma erano truffatori: denunciati

Tre uomini sono stati sorpresi dalla polizia in centro storico a Venezia. Multa e daspo

Tre giovani posizionati in tre diversi punti di Campo della Carità, a Venezia, tutti con in mano delle cartelle. Ai turisti di passaggio si presentavano come volontari di un'associazione benefica impegnata nella raccolta fondi di persone non udenti, disabili e bambini poveri. Raccoglievano firme e offerte, ma altro non erano che tre truffatori. A scoprirli sono stati gli agenti del commissariato San Marco che lunedì pomeriggio, mentre pattugliavano la zona, li hanno osservati da lontano. 

Uno dei tre, ad un certo punto, ha fermato due turisti, un canadese e un americano, invitandoli a fare un'offerta. Non appena le vittime hanno firmato e consegnato il denaro la polizia è intervenuta fermando tutti e tre i truffatori, di nazionalità romena. Uno di loro è stato denunciato, tutti sono stati multari e raggiunti dal daspo urbano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

Torna su
VeneziaToday è in caricamento