"Lo vuoi? L'ho trovato, se ti piace lo vendo", stavolta il cittadino incastra la truffatrice

Una giovane malintenzionata denunciata martedì sera al Lido di Venezia dopo un tentato raggiro ai danni di un 53enne. L'anello che aveva sembrava d'oro, invece era una patacca

Stavolta la donna ha fatto i conti con chi conosce i trucchi che utilizzano i truffatori, di conseguenza la sua serata si è conclusa con una denuncia. Niente bottino e nemmeno raggiri. La giovane, 22 anni, origini romene, è entrata in azione poco dopo le 20 di martedì al Lido di Venezia, in corrispondenza di via Agostino Barbarigo. La donna ha avvicinato un 53enne e ha iniziato a tendere la sua trappola: "Lo vuoi? L'ho trovato per terra, è in oro", spiega.

In verità quell'anello che teneva in mano non era altro che una patacca utile a truffare le eventuali vittime. Gli esperti di questo tipo di reato, fingendo di avere appena rinvenuto il gioiello nelle vicinanze, lo offrono a costi esigui alla vittima di turno. In questo caso, però, il 53enne ha mangiato la foglia, sapendo che quella era tutta una finta. Ha preso il telefono e ha digitato il 113, segnalando la tentata truffa. Sul posto sono intervenute le volanti del Lido, che hanno raccolto la testimonianza del 53enne e poi hanno individuato la malintenzionata poco distante, mentre cercava di allontanarsi. Per lei, inevitabile, una segnalazione alla magistratura per tentata truffa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poca neve a Venezia, poi la pioggia

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Contro un albero e giù nel fosso: muore un 43enne

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

Torna su
VeneziaToday è in caricamento