Assegni scoperti per comprare auto usate: truffatore seriale in arresto

Un 40enne bloccato dai carabinieri di Mestre, ricostruiti numerosi episodi

Già sorpreso in passato come autore di truffe, non ha mai perso il "vizio" e ha continuato a raggirare il prossimo. Alla fine i carabinieri della compagnia di Mestre hanno arrestato M.R., italiano di 40 anni con precedenti, ricostruendo una serie di truffe (messe a segno nella provincia di Treviso) che l'uomo aveva compiuto nel settore della compravendita di automobili usate. Il quarantenne, infatti, per pagare utilizzava degli assegni che, al momento dell'incasso, risultavano scoperti.

Assegni scoperti

Le numerose segnalazioni, tutte in serie e con lo stesso modus operandi, hanno portato a individuare il malvivente e a denunciarlo; dopodiché la magistratura trevigiana ha emesso un ordine di carcerazione eseguito ieri. Il quarantenne è stato accompagnato al penitenziario di Venezia, dove è chiamato a scontare una pena di 2 anni e 7 mesi di reclusione. Da notare che in passato il truffatore, che gestiva un autosalone a Zero Branco, era stato accusato di avere incassato anticipi per la vendita di veicoli che però non aveva mai consegnato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Violenta collisione in serata, perde la vita un 53enne di San Stino

  • L'Auchan passa a Conad. Sciopero e presidio a Mestre

  • Sciopero del personale Actv, ecco quando

  • Controlli e multe nei ristoranti: 225 chili di alimenti sequestrati in un solo esercizio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento