Attenzione ai falsi volontari dell'Avis: "Non chiediamo soldi per le case"

È l'ultimo stratagemma elaborato da malviventi che cercano di intascarsi qualche soldo ingannando gli sprovveduti: diversi casi sarebbero stati segnalati nel Sandonatese

"Siamo dell'Avis, vuole fare una donazione?": è più o meno così che si presentano i truffatori, cercando di far leva sulla buona fede di qualcuno che pensa di contribuire ad una buona causa. Solo che con quei soldi l'Avis non c'entra proprio nulla: è la stessa associazione a mettere in guardia i cittadini, informando che nell’area del Veneto orientale, e in particolare nel Sandonatese, da qualche giorno alcuni sconosciuti si presentano nelle abitazioni private e nelle aziende a chiedere contributi volontari a nome dell’associazione donatori di sangue.

In proposito il presidente Giorgio Brunello comunica che nessuno è stato autorizzato a questo tipo di raccolta fondi e diffida qualsiasi persona dal presentarsi a chicchessia a questo scopo a nome di Avis. Inoltre invita gli eventuali benefattori che volessero mettere a disposizione dell’Avis delle risorse a rivolgersi esclusivamente alle sedi delle sezioni comunali o della sezione provinciale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Il sindaco Brugnaro risponde alle polemiche di Celentano: «L'ho invitato qui»

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

Torna su
VeneziaToday è in caricamento