Tute blu fuori dai cancelli contro i licenziamenti. Portarono solidarietà alla Ilnor

Presidio fin dal mattino di lunedì dei lavoratori della Anselmi di Camposampiero e della Zen di Padova per il reintegro di 3 dipendenti. La battaglia condivisa dalla ex ditta di laminati di Scorzè

Sciopero Fonderie Anselmi, pagina Facebook Ilnor

Anche questa volta non è mancata la solidarietà ai dipendenti della fonderia di Camposampiero. Tute blu ed elmetti sono rimasti fuori dai cancelli in sciopero, lunedì mattina, con i colleghi della Zen di Padova, contro «il licenziamento di 3 lavoratori, tra cui una rappresentante Rsu e un'impiegata». «Daremo loro tutto il nostro sostegno - scrive la Fiom in Facebook - affinchè questi lavoratori vengano reintegrati». Presenti anche delegati della Vdp di Vicenza e di altre aziende del padovano. «Lo sciopero - annunciano i metalmeccanici - andrà avanti a oltranza».

Altri tempi

In altri tempi, non tanto lontani, la stessa fonderia di Camposampiero portò appoggio e solidarietà agli operai della Ilnor di Gardigiano di Scorzè: una ditta di laminati del Veneziano che ha chiuso i battenti per spostarsi altrove, lasciando uno spazio, nella comunità che, nonostante impegni e rassicurazioni, non è più stato riempito. All'epoca i colleghi di Camposampiero, insieme a quelli di altre ditte delle province vicine, diedero appoggi economici ai colleghi per continuare a presidiare la fabbrica, dove i dipendenti da mesi non percepivano più lo stipendio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La politica

Con una lettera il partito di Rifondazione Comunista di Padova ha espresso solidarietà «ai tre lavoratori delle Fonderie Anselmi licenziati, e a tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori scesi oggi in sciopero per protestare contro questa decisione. Si colpiscono una rappresentante Rsu e un lavoratore delle categorie protette con la scusa di una riorganizzazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento