Ulss 12 sommersa di prenotazioni, vengono assunti 12 nuovi addetti

Il nuovo organico per evadere le richieste telefoniche in continua crescita: a ottobre erano state 1400 al giorno, ora lievitano fino a 3600

Dodici nuovi addetti vengono assunti dall’Ulss 12 per il proprio call center, per far fronte alle telefonate degli utenti, che ormai utilizzano questo servizio come prima via per la prenotazione di visite ed esami. Ma l’aumento del personale del call center è solo il dato più visibile della strategia che l’azienda mette in atto per rispondere alla sempre crescente richiesta di prenotazioni telefoniche: si è passati dalle 1400 giornaliere di ottobre alle 3600 giornaliere nelle ultime settimane.

Il primo passo, nei mesi scorsi, è stata la realizzazione del nuovo Centro Unico di Prenotazione all’Ospedale dell’Angelo, e la parallela riorganizzazione del CUP dell’Ospedale Civile a Venezia. Il CUP dell’Angelo, in particolare, completamente rinnovato al piano terra dell’ospedale, è diventato il luogo in cui si concentrano le richieste di chi si reca personalmente, per prenotare attraverso un moderno sistema di sportelli, sia di chi utilizza il telefono per le proprie prenotazioni, attraverso appunto il call center.

"Il secondo passo - sottolinea il direttore generale Giuseppe Dal Ben - è stata l’aggiudicazione, ad ottobre, del servizio prenotazioni e riscossioni, tramite bando e gara, a un nuovo fornitore che opera garantendo standard più elevati". Tra le nuove pratiche messe ora in atto, va segnalata in particolare l’introduzione delle “liste di galleggiamento” che consentono a chi non trova una data gradita per la visita o per l’esame, di chiedere di essere richiamato nel caso in cui si liberi una possibilità più vicina nel tempo.


"Il rafforzamento del personale, che va a regime in questi giorni, era stato messo in conto già ad ottobre, quando l’Azienda ha scommesso sul gradimento degli utenti per il servizio di prenotazione telefonica - spiega Dal Ben - Il call center del CUP dell’Angelo passa da 8 a 20 elementi. Otto nuovi addetti sono stati assunti dal 2 dicembre, mentre altri quattro entrano in servizio da mercoledì. I nuovi addetti sono già in formazione, per diventare pienamente operativi in due fasi, a cavallo delle Festività. L’organico complessivo del CUP dell’Ulss 12 Veneziana sale così a 66 elementi, distribuiti negli ospedali e sul territorio.

L’Azienda non esclude qualche momento di difficoltà in questa fase, soprattutto legato all’impegno di richiamare gli utenti che non abbiano avuto, in prima istanza, una collocazione soddisfacente. Né esclude ulteriori assunzioni nelle prossime settimane, se il trend di aumento delle chiamate si confermerà simile a quello delle settimane precedenti, che ha portato il CUP ad evadere 3600 telefonate giornaliere, senza riuscire però ad evitare l’accumularsi di richieste, che ora vengono via via evase.

In questi giorni il CUP opera con i seguenti orari: apertura sportelli al pubblico negli ospedali e nel territorio (distretti) dal lunedì al venerdì ore 8.00-18.00; il sabato ore 8.00-12.00; apertura call center: dal lunedì al venerdì ore 8.00-20.00 e il sabato ore 8.00-12.00.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti di oggi

Torna su
VeneziaToday è in caricamento