Ulss4, sempre più umanizzazione delle cure: un tablet leggerà i libri ai pazienti

Iniziativa avviata nei tre presidi dell'azienda. Sono in tutto 20 i dispositivi consegnati, che permetteranno di gustare un libro anche ai pazienti con problemi di vista

Anche l’ausilio della tecnologia può aiutare concretamente un paziente a superare la fase del ricovero ospedaliero caratterizzato spesso da ansie e timori. E il caso degli ospedali dell’Ulss 4, dove in questi giorni si sta effettuando la consegna di una serie di tablet in Ortopedia, Neurologia e Oncologia, con cui i degenti possono usufruire gratuitamente di un nuovo servizio volto a incrementare l’umanizzazione delle cure.

Si tratta dell’avvio del progetto “Libro Parlato Lions” che mette disposizione dei ricoverati oltre 9mila titoli, dalla “Divina Commedia” a “Il Vecchio e il mare”, dal Piccolo Principe” a “Il tempo che vorrei", dai grandi classici alla saggistica passando per la narrativa contemporanea con una particolarità: a leggerli è un tablet. La modalità per usufruire del servizio è semplice: il degente che ha difficoltà visive, è non vedente o intende “leggere” un libro ma le sue condizioni fisiche rendono difficile tale volontà, deve solo rivolgersi al personale di reparto che provvederà a consegnare un tablet fornito di cuffie e applicazione “Libro Parlato Lions”. Infine scegliere il titolo preferito e ascoltarlo da una voce narrante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Primo in Italia ad essere adottato in una struttura sanitaria pubblica, questo progetto è frutto di una convenzione siglata tra Ulss4 e Lions International volta a rendere i luoghi di cura più confortevoli, condividendo percorsi con i coinvolgimento del cittadino e nel rispetto della dignità dello stesso. Nell’ambito di tale novità, l’Ulss 4 ha acquistato 20 tablet in consegna nei tre presidi ospedalieri aziendali (Portogruaro, San Donà, Jesolo) dove il referente aziendale del progetto, la dottoressa Carolina Prevaldi, e l’ideatore del “Libro Parlato”, nonché coordinatore di distretto Lions, Andrea Mazzanti, hanno già raccolto l’entusiasmo del personale di reparto e dei primi pazienti che hanno chiesto di poter “testare” la novità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Tuffo nell'acqua bassa a Jesolo, un ragazzo all'ospedale

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

  • Schianto tra due auto, morta un'anziana donna

  • Il giorno del Mose: alle 12.25 la Laguna è completamente isolata dal mare | DIRETTA

Torna su
VeneziaToday è in caricamento