Ca' Foscari lancia sei progetti, online la piattaforma di crowfounding per le donazioni

Tra i progetti da finanziare: il recupero della corte di Ca’ Bottacin, gli scavi archeologici di Torcello, la pedana sensoriale per sordi

Il cortile di Ca’ Bottacin, palazzo veneziano quattrocentesco, la pedana sensoriale che insegna ai sordi a sentire con il corpo, il progetto Kids University, il progetto di ricerca Ice Memory per salvare il dna del nostro pianeta, gli scavi archeologici all’isola di Torcello e infine una borsa per lo studio dell’amarico, la lingua dell’Etiopia: sono i 6 progetti da finanziare che l’Università Ca’ Foscari Venezia ha scelto per l’avvio della piattaforma di crowdfunding, la piattaforma web di raccolta fondi a supporto della didattica e della ricerca di eccellenza dell’Ateneo veneziano.

Community

Tutti possono entrare nella community di Ca’ Foscari e fare una donazione per sostenere in prima persona i 6 progetti: un modo per sostenere il futuro delle nuove generazioni e di tutti noi. La piattaforma sostienici.unive.it permette a tutti i donatori di rimanere aggiornati sull’evoluzione dei progetti sostenuti e di seguire l’andamento della raccolta a cui hanno partecipato. Le donazioni effettuate a favore dell’università sono interamente deducibili dal reddito grazie alle agevolazioni fiscali riconosciute dall’ordinamento fiscale italiano.

I progetti

Il valore indicato come obiettivo di raccolta corrisponde a quello dell’intero progetto o di una singola area o attività specifica. Tutti possono donare, anche pochi euro, in modo semplice e trasparente. E fare comunque la differenza. La responsabilità delle università nei confronti del futuro delle prossime generazioni come anche della società in cui viviamo è enorme. Ca’ Foscari offre un livello di didattica e ricerca altamente qualificato e competitivo consentendo ai giovani di prepararsi adeguatamente per affrontare al meglio le molte sfide dell’attuale mondo lavorativo. Si inizia con sei progetti che sono il frutto di un accurato lavoro di selezione e rappresentano, nel loro insieme, la realtà estremamente ricca ed eterogenea dell’Ateneo. Dalla didattica alla ricerca, dal public engagement alle iniziative pensate per i più piccoli, con una forte vocazione internazionale e una grande attenzione ai temi della diversity e dell’inclusione sociale. 

Il primo ciclo di progetti da sostenere nei prossimi tre mesi sono:

  • Salva una corte a Venezia”, per recuperare la corte interna di Ca’ Bottacin, l’antico Palazzo Palazzo Corner della Frescada Loredan, residenza del Doge Loredan.
  • Musica per sordi”, per consentire ai ricercatori di utilizzare la pedana sensoriale per insegnare ai sordi a “sentire” la musica attraverso il corpo.
  • Primi passi a Ca’ Foscari”, per sostenere il progetto Kids University che permette ai bambini della scuola primaria e secondaria di partecipare a laboratori tenuti da docenti di Ca’ Foscari.
  • La memoria dei ghiacciai”, per salvare il DNA del nostro pianeta, racchiuso nei ghiacciai in scioglimento, in previsione di uno studio futuro.
  • Alle origini di Venezia”, per contribuire agli scavi del sito archeologico di Torcello, la prima isola della laguna veneta ad essere abitata, prima ancora di Venezia, e scoprire le tecniche costruttive, la cultura e le abitudini alimentari degli antenati dei veneziani.
  • Un ponte tra culture”, per creare una borsa di studio per uno studente per il nuovo corso di amarico, la lingua ufficiale parlata in Etiopia e 41esima lingua impartita a Ca’ Foscari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Scorzè: camionista investito e ucciso nella notte

  • Truffatore online per anni, lo vanno a prendere nel suo appartamento

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Scoperta a rubare vestiti, aggredisce il direttore e gli punta le forbici in faccia

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

Torna su
VeneziaToday è in caricamento