Parte uno sparo sulla nave da crociera attraccata a Venezia: "Caos a bordo"

Per cause ancora da accertarsi, il 18 giugno nella nave da crociera Msc Magnifica sarebbe partito un colpo di arma da fuoco. Fortunatamente nessuno sarebbe rimasto ferito

Un colpo secco, chiaramente riconoscibile e poi il caos. Sabato 18 giugno nella nave da crociera Msc Magnifica qualcuno avrebbe fatto partire un colpo di pistola, creando non poco scompiglio. La nave sarebbe stata attraccata al porto di Venezia quano, per cause ancora da accertarsi, i crocieristi avrebbero udito uno sparo.

A riportarlo è Il Gazzettino che ricostruisce l'intera vicenda. Secondo il quotidiano locale, una guardia giurata avrebbe riposto il borsello con l'arma all'interno, dentro le cassettine dei metal detector. A questo punto il personale di bordo, forse incuriosito dalla pesantezza del marsupio, l'avrebbe aperto. All'interno ci sarebbe stata proprio la pistola della guardia giurata.

A questo punto sembrerebbe che un ragazzo del personale di bordo avrebbe inavvertitamente impugnato l'arma ed accidentalmente gli sarebbe partito un colpo. Fortunatamente il proiettile sarebbe prima rimbalzato a terra conficcandosi poi in una parete interna della nave. Nessuno sarebbe rimasto ferito ma il rumore dello sparo avrebbe creato non poco scompiglio. Una turista, al suono dell'arma da fuoco, sarebbe stata presa dal panico, svenendo dalla paura. Il tutto si sarebbe risolto senza altri disagi, ma sull'accaduto adesso sta indagando a fondo la polizia di frontiera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ordigno a Marghera. Evacuazione di 3mila persone, niente treni e aerei: Venezia sarà isolata

  • Grosso giro di prostituzione in due locali: prestazioni fino a 1500 euro a notte, 5 persone in arresto

  • Bollo auto, tutte le novità del 2020 dagli sconti alle nuove modalità di pagamento

  • Ladri in fuga sui tetti, braccati con l'elicottero e catturati

  • Schianto contro un muretto in cemento, perde la vita

  • Una donna si è data fuoco davanti al tribunale dei minori di Mestre

Torna su
VeneziaToday è in caricamento