E' ancora battaglia sui vaccini: "Bambino escluso da una scuola del Portogruarese"

Lo rende noto una legale che sta seguendo diversi casi simili. Lettera all'Asl per una "eventuale" vaccinazione, ma quel termine avrebbe indotto l'istituto a escludere lo studente

Continuano le polemiche, o comunque le situazioni che denotano confusione, sulla vicenda dei vaccini. L'ultimo caso controverso giunge dal Portogruarese e vede protagonista una mamma che, secondo la sua legale, avrebbe prodotto una raccomandata con ricevuta di ritorno inviata alla Asl competente per prendere l'appuntamento per una eventuale vaccinazione da somministrare al figlio, ma per la scuola la dicitura "eventuale" non andrebbe bene. Risultato: il bambino sarebbe stato escluso dalla frequenza. 

QUI I DATI SUL PRIMO GIORNO DI SCUOLA E I VACCINI

IL CASO NEL PORTOGRUARESE

Il caso, che si è verificato mercoledì in una scuola materna in un Comune vicino alla città del Lemene, è stato segnalato dalla legale Giorgia Tripoli, di Udine, che sta seguendo diversi genitori alle prese con la documentazione da produrre alle scuole per le vaccinazioni. "Il provvedimento - riferisce il legale - è stato consegnato questa mattina alla mamma. Faremo una diffida e poi eventualmente lo impugneremo. I genitori nella lettera con cui hanno preso appuntamento all'Asl hanno inserito il termine eventuale perché spetta al medico vaccinatore stabilire se il bambino può vaccinarsi e quali vaccini somministrare", conclude l'avvocato. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto a terra, morta una ragazza di 29 anni

  • Schianto tra due auto, morta una donna

  • L'Amerigo Vespucci torna in laguna in compagnia della nave San Giorgio

  • Incidente mortale di Eraclea, il motociclista aveva bevuto

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • Travolto da un'auto, morto un pensionato di 63 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento