Si sono presentati. I vandali di Cavallino ripagheranno tutto: "Lavori socialmente utili"

Si tratta dei giovani che la scorsa settimana avevano distrutto cartelli stradali e cestini nel comune litoraneo. Identificati, il sindaco Nesto aveva minacciato una possibile denuncia

Alla fine hanno deciso di presentarsi al Comando della polizia locale, consapevoli di essere comunque stati identificati. Si è chiusa la vicenda dei vandali che hanno dato il peggio di sé in via Baracca, nel territorio di Cavallino-Treporti, mercoledì scorso: erano stati divelti cestini e cartelli stradali. Il sindaco Roberta Nesto l'ha annunciato martedì sera: "I ragazzi che hanno divelto i cartelli e i cestini si sono presentati oggi da me spontaneamente dopo aver incontrato il comandante della Municipale", ha scritto su Facebook.

Risarcimento del danno

Si tratta di 5 ragazzi, tra cui - pare - tre maschi e due femmine. Non è ancora chiaro il motivo per cui si siano lasciati andare a comportamenti del genere, con ogni probabilità lo zampino ce l'avrebbe messo la noia. "Si sono dichiarati dispiaciuti e hanno capito di aver sbagliato - ha sottolineato il primo cittadino, che aveva annunciato una denuncia penale nel caso in cui i giovani non si fossero fatti vivi - Abbiamo convenuto che risarciranno il danno e faranno nelle prossime settimane dei lavori socialmente utili per la comunità".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ordigno a Marghera. Evacuazione di 3mila persone, niente treni e aerei: Venezia sarà isolata

  • Bollo auto, tutte le novità del 2020 dagli sconti alle nuove modalità di pagamento

  • Una donna si è data fuoco davanti al tribunale dei minori di Mestre

  • Appartamento dello spaccio "vista piazza": 30enne in manette a Marghera

  • Preso l'uomo che si aggirava con un coltello tra le calli di Venezia

  • Allarme coronavirus (poi rientrato) per un bambino cinese all'aeroporto di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento