"Così si causa un minore moto ondoso": vaporetti dovranno stazionare in retromarcia

Lo impone un'ordinanza comunale immediatamente esecutiva. La decisione è stata presa per causare minori problemi possibile alle imbarcazioni circostanti, specie in Canal Grande

"I mezzi pubblici in servizio di linea che sostano per le operazioni di sbarco e imbarco ai pontoni delle fermate Actv devono ormeggiare mantenendo l'accosto mediante propulsione in retromarcia". Novità "immediatamente esecutiva" in laguna, dove, secondo un'ordinanza firmata dal dirigente Claudio Molin il 28 settembre, d'ora in poi, specie in Canal Grande, si vedranno i vaporetti stazionare all'imbarcadero a marcia indietro, come già era accaduto in passato per alcuni pontili. Stavolta, però, stando all'ordinanza, la regola sarà generale e varrà per tutti.

La decisione è scaturita dalla necessità di causare meno problemi in fatto di moto ondoso alle imbarcazioni circostanti, specie nel momento in cui si trovino nelle vicinanze stazi di gondole. Già il 10 gennaio 2015 si era stabilità una modalità di stazionamento all'ormeggio del genere alla fermata di "Rialto-Carbon". Ca' Farsetti ha preso atto che in Canal Grande è stato realizzato da Pmv il raddoppio di diversi imbarcaderi per migliorare gli approdi e per garantire maggiore spazio di manovra ai battelli Actv. Ha rilevato, però, come alle fermate di piazzale Roma, della stazione, di riva San Biasio, San Marcuola, Rialto "Cerva", Rialto "Carbon", San Tomà, Accademia e calle Vallaresso, "insistono interferenze con altri mezzi nautici, in generale e soprattutto dove insistono i percorsi degli approdi dei traghetti gondole (Carbon, San Tomà, San Marcuola, Dogana".

LEGGI L'ORDINANZA COMUNALE

Per evitare guai, o perlomeno per diminuire la possibilità di incidenti o rovesciamenti, il Comune ha deciso di imporre ai comandanti Actv lo stazionamento in retromarcia, perché causerebbe minore moto ondoso nelle vicinanze rispetto a un approccio di prua. Fin da subito la polizia municipale sarà incaricata di assicurare il rispetto dell'ordinanza, altrimenti scatteranno le sanzioni previste.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto tra due auto, morta una donna

  • L'Amerigo Vespucci torna in laguna in compagnia della nave San Giorgio

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • Travolto da un'auto, morto un pensionato di 63 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento