Venezia, i turisti preferiscono camminare: i vaporetti troppo cari, sono sotto-utilizzati

La conferma arriva da un test effettuato da Corila, in collaborazione con Università di Bologna e Tim. Strada Nuova la via più utilizzata dai flussi di turisti verso il centro

Uno strumento in grado di ricostruire quantitativamente e in maniera dinamica i grandi flussi pedonali nei storici, basato sulle nuove tecnologie Ict, su analisi video e wifi è stato testato a Venezia nel corso del Carnevale di Venezia 2017. Il risultato della sperimentazione, nata dalla collaborazione tra l’Università di Bologna e Tim, si basa su campioni, differenziazioni orarie significative ma anche l’individuazione di punti critici come Rialto, in questo caso in ogni fascia oraria e Piazza San Marco, in occasione di grandi appuntamenti, come il “Volo dell’Aquila”, che ha fatto registrare una variazione significativa dei flussi e l’utilizzo della Strada Nuova come principale via d’accesso ale zone centrali. L’indagine dimostra che c’è invece un sotto utilizzo dei vaporetti, disincentivato dai costi elevati.

I dati ottenuti attraverso gli algoritmi utilizzati danno dunque una prima validazione sperimentale alle impressioni esclusivamente percettive. “Noi - ha spiegato Pierpaolo Campostrini, direttore di Corila, consorzio che coordina le ricerche su sistema lagunare veneziano - non avanziamo una proposta di gestione, ma forniamo alle amministrazioni strumenti utili, nella consapevolezza che non si può gestire ciò che non si è capaci di misurare”.

“Abbiamo iniziato la sperimentazione dello strumento da Venezia - ha sottolineato Armando Bazzani, dell’Università di Bologna - perché è un caso particolarmente difficile e quindi l’averlo testato su un traffico pedonale come quello del centro storico veneziano ci permette di esportarlo facilmente in altri contesti.

Non è mancato il commento del sindaco, sul problema dei flussi turistici: "Dobbiamo cercare di capire che è indispensabile pianificare e distribuire gli arrivi e gli ingressi a Venezia - ha commentato Luigi Brugnaro - l'importante è che chi viene in città rispetti le regole. Faremo una serie di delibere sul rispetto del decoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

Torna su
VeneziaToday è in caricamento