homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Ladro "fantozzi" fa un buco nel muro, gli cade la pistola e scappa

Alle 8 di mattina la direttrice dell'ufficio postale di rio terà Lista de Spagna si è trovata davanti il rapinatore. Vista la scena, l'ha spinto via ed è corsa fuori in cerca d'aiuto

Un tentativo di rapina che più che un film d'azione ricorda un episodio della saga di Fantozzi. Alle otto di mattina un ladro è sbucato da un buco nel muro dell'ufficio postale in calle del Spezier, vicino al rio terà Lista de Spagna. La direttrice, di circa quarant'anni, se l'è trovato davanti armato con una pistola in una mano e con una specie di ordigno nell'altra. Il volto coperto da un passamontagna grigio.

 

Una rapina a tutti gli effetti. Peccato però che nella concitazione del momento al malvivente, esile e dall'accento dell'Est, sia caduta l'arma da fuoco per terra, rivelando il suo nervosismo e facendo presupporre che fosse fasulla. Anche il congegno con dei fili che portava con sè non sembrava un'arma "seria". Disorientato, l'uomo ha quindi tirato fuori dallo stivale un coltello, continuando a chiedere i soldi alla direttrice. Approfittando del momento la donna l'ha spinto via ed è scappata da un'uscita di servizio chiedendo aiuto. Al ladro, alto e magro, non è rimasto altro che darsela a gambe uscendo dal buco da cui era entrato.

L'ufficio postale confina con una cabina dell'Enel. Il malvivente probabilmente ci è entrato dentro nella notte e ha lavorato ore per creare il pertugio nel muro. Poi ha aspettato che qualcuno aprisse le Poste per entrare, far disattivare l'allarme e portarsi via i soldi. Ma il piano è naufragato in pochi secondi. Sul posto sono intervenuti anche gli artificieri, ma l'ordigno, o ciò che doveva sembrarlo, è risultato innocuo. Sulle tracce dell'uomo ora c'è la polizia.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Un idolo!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    A Conetta i profughi scendono di nuovo in strada: sit-in di protesta in mattinata

  • Incidenti stradali

    Incidente in A57, auto perde il motore in corsia: disagi di prima mattina

  • Cronaca

    Ruba alle Barche, poi minaccia con la siringa il personale di vigilanza: in manette

  • Cronaca

    La Legge speciale finanzia la manutenzione della città: interventi per 5 milioni e mezzo

I più letti della settimana

  • Parole sessiste all'indirizzo della cameriera, il gestore del locale caccia cliente e sei ospiti

  • Stavolta il turista non la passa liscia: “beccato” a farsi il bagno a San Marco, multato

  • Panico all'imbarcadero: estrae un coltello e aggredisce un uomo, denunciato

  • Schianto vicino all'aeroporto, incidente e automobile in fiamme in A4: lunedì nero

  • Tragedia sul lavoro nel cantiere dell'aeroporto, operaio cade da oltre 2 metri e muore

  • Non vuole pagare il biglietto, donna sferra un pugno al volto del controllore Atvo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento