In Riviera il film sulla ludopatia, partite le riprese a Sambruson

Prime scene girate lunedì mattina: "Una nobile causa" sarà presentato alla Mostra del cinema di Venezia, si narra di chi finisce nella rete del gioco

La Riviera del Brenta si trasforma in set per il film "Una nobile causa", del regista padovano Emilio Briguglio. Scenari d'eccezione per una commedia drammatica con primo ciak lunedì, a villa Cà Zane Martin di Sambruson: in seguito le riprese toccheranno villa Tron Mion, ristorante I Molini e gran parte dell'Isola Bassa di Dolo, in particolare lo Squero settecentesco. Prodotto da Running Tv e sostenuto dalla Regione Veneto (fondo regionale per il cinema e l’audiovisivo), il film tratta principalmente di ludopatia.

E infatti l'obiettivo dichiarato dell'opera è esplorare "con consapevolezza e una vena di lucida ironia le storie e le vite di quanti cadono nella compulsività del gioco d’azzardo". Così gli spettatori dovranno seguire il filo che ogni giocatore svolge e riavvolge "tra menzogne e verità, tessendo intorno a sè una rete soffocante": un tema d'attualità sempre più sentito anche dalle nostre parti, dove non a caso nelle settimane scorse sono stati istituiti un tavolo tecnico interistituzionale in prefettura e un altro in questura ad hoc sul gioco d'azzardo. Così "Una nobile causa" cerca di dare una risposta al quesito di molti: "È possibile liberarsene?"

Il cast presenta nomi di primo livello quali Giorgio Careccia, Rossella Infanti, Antonio Catania, Francesca Reggiani, Simona Marchini, Roberto Citran, Massimo Foschi, Massimo Bonetti e Nadia Rinaldi. Alla presentazione del film anche il sindaco di Dolo Mariamaddalena Gottardo, che si è soffermata sull'importanza del tema, e l'assessore ai Servizi Culturali Antonio Pra. Il film sarà presentato alla 72^ Mostra internazionale del cinema di Venezia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Ciclista travolto e ucciso da un'auto

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

Torna su
VeneziaToday è in caricamento