giovedì, 24 aprile 14℃

"MiVago in crociera"? Non stavolta: Vimeo "censura" parodia di Titanic

In dieci ore il filmato aveva raggiunto 22mila visualizzazioni, arrivando a intasare i server. Poi è scattato il blocco totale, forse per questioni di diritti

La redazione11 novembre 2013
2

Boom di visualizzazioni, condivisioni a raffica sui social network e una tempesta di risate (rigorosamente in dialetto). Il nuovo “sdoppiaggio” realizzato da DoliWood Films e MiVago Productions basato sul famosissimo “Titanic” di James Cameron non ha mancato di attirare l'attenzione del web. Forse anche troppa, visto che, a poche ore dalla messa “in onda”, il filmato è stato censurato dal portale Vimeo che lo ospitava, diventando di fatto impossibile da visualizzare in ogni formato (compreso il nostro articolo a questo indirizzo).

AGGIORNAMENTO: Il filmato è di nuovo disponibile, grazie all'impegno di DoliWood Films e MiVago Productions, che hanno deciso di renderlo disponibile a tutti per la massima condivisione. Di seguito ecco il link per trovare il video e farsi due risate.

IL VIDEO TORNA ONLINE: ECCO LA PARODIA DI TITANIC

CIFRE DA RECORD – Stando alle pagine Facebook dei due gruppi la parodia crocieristica, che ha potuto contare anche sull'esilarante performance di un Sir Oliver Skardy in gran spolvero a dare la voce al comandante del Titanic, aveva raggiunto ben 22mila visualizzazioni in appena dieci ore dalla messa online, numeri confermati anche qui su VeneziaToday, dove il link del video è diventato in pochissimo uno dei più cliccati di sempre. Poi il silenzio. Già domenica sera, in realtà, erano emersi i primi problemi: segnalazioni di utenti che non riuscivano a caricare il player o che, passati i primi secondi, vedevano il filmato bloccarsi per non ripartire più. Colpa delle eccessive richieste, server intasati per le troppe visualizzazioni. Solo in seguito è arrivata la "censura" vera e propria.

Annuncio promozionale

QUESTIONE DI DIRITTI – Stando a quanto trapelato dai commenti sui social network sembrerebbe che a causare il blocco sia stato un problema di diritti cinematografici, proprio come già capitato ai ragazzi di DoliWood con la loro parodia di “Avatar” (altro film di James Cameron trasformato grazie ad un doppiaggio in dialetto con risultati a dir poco spettacolari). All'epoca a sollevare il polverone era stato YouTube, e si era risolto proprio spostando i file su Vimeo, lo stesso portale che questa volta ha deciso di seguire una linea più intransigente. Inutile anche il tentativo di “specchiare” le immagini per non incorrere in fastidi legali, unica possibilità sembra essere quella di appellarsi al diritto di parodia. Intanto “MiVago in crociera” è sparito dalla rete e a tutti i fan veneziani non resta che incrociare le dita e fare ai ragazzi di DoliWood e MiVago Productions i migliori auguri perché tutto si risolva per il meglio.

censura
crociere
parodie
video

2 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di Fausto

    Fausto Siete grandi

    l'11 novembre del 2013
  • Avatar anonimo di Ciano della DOLiWOOD

    Ciano della DOLiWOOD Confermo tutto e ringrazio per lo splendido articolo.
    Attualmente stiamo cercando di rivendicare i nostri diritti di parodia a Vimeo per poterlo ripubblicare, vi terremo informati

    l'11 novembre del 2013