Villaggio Laguna: "Nessuna risposta dal Comune su linea 9 Actv e i disagi continuano"

"Tutto fermo alla petizione di maggio 2017, con la raccolta di quasi 700 firme per ottenere un collegamento con l'ospedale dell'Angelo. Pronta un'interrogazione del Pd"

"Tutto fermo alla petizione di maggio 2017. Il Comune a giugno aveva fatto sapere che era stata fatta rispettando il regolamento. Ma dopo, non solo non è stato aggiunto nemmeno una servizio, ma dall'amministrazione non è arrivato nemmeno un cenno di riposta". A puntare il dito contro il "niente di fatto" sul collegamento bus richiesto dai residenti del Villaggio Laguna di Campalto con l'ospedale dell'Angelo, è la consigliera comunale del Pd, Monica Sambo. Sulla questione era sceso in campo anche il Movimento 5 Stelle:

"Noi senza bus per andare all'ospedale, quelle del sindaco sono lacrime di coccodrillo"

'Entro 30 giorni'

"Il Sindaco non ha nemmeno risposto, nonostante lo stesso Regolamento sugli istituti di partecipazione (che i cittadini hanno dovuto scrupolosamente rispettare) imponga al primo cittadino di rispondere entro 30 giorni", scrive Sambo. Nessuna reazione dell'amministrazione finora, spiega il Pd, neppure sulla richiesta di far tornare il capolinea della linea stessa, la 9, alla stazione dei treni di Mestre, per rendere più agevole per i cittadini il trasporto pubblico, specie quando serve a collegarli alle strutture sanitarie della città.

"Niente autobus e disagi per i residenti, il sindaco ci dia ascolto"

"Poiché riteniamo che questo silenzio sia vergognoso - continua la consigliera -, abbiamo depositato in questi giorni un'interrogazione in Consiglio Comunale e in Municipalità a Favaro Veneto, per sapere come mai il primo cittadino a distanza di quasi un anno non abbia ancora risposto alla petizione (perché le stesse regole valgono per i cittadini e non valgono per il sindaco?), e per sapere cosa intendono fare, la giunta e la Municipalità, per affrontare e risolvere i problemi del trasporto pubblico al Villaggio Laguna". 

Capolinea alla stazione

"Alla mancanza di servizi non ci si abitua", spiegano Sambo e il capogruppo Pd della Municipalità di Favaro Veneto, Alessandro Baglioni. "I disagi sono quotidiani e reali. L'amministrazione deve almeno ripristinare il collegamento con la stazione ferroviaria, e rendere più accessibile anche a questa parte di città l'ospedale dell'Angelo. La sperimentazione dei nuovi servizi doveva essere rivista in autunno, ma ad oggi i disagi per i cittadini sono immutati. Ci sono invece alcune corse che girano la città pressoché vuote ( il caso più eclatante è quello di alcune corse notturne istituite mesi fa e che per stessa ammissione di Actv non vengono utilizzate ), altre linee sono sovraffollate e ci sono zone mal servite con i conseguenti disagi. È ora di intervenire", concludono.

Linea degli ospedali

Stesso silenzio anche sulla proposta di creare una linea unica di collegamento fra Favaro e gli ospedali della città, oltre all'Angelo, in maniera da agevolare anziani e portatori di handicap. Nessun cambiamento nei servizi e assenza di riscontri che riportano cittadini e forze politiche alla carica. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Micosi alle unghie: i rimedi fai da te

  • Zanzare: i migliori repellenti naturali per allontanarle

  • Moscerini della frutta: come eliminarli dalla propria cucina

  • Diventare persone mattiniere? Ecco come fare

I più letti della settimana

  • Si tuffa nel Piave: trascinato via dalla corrente scompare un ragazzo veneziano

  • Schianto fra 3 macchine, persone soccorse dal Suem 118 e portate all'ospedale

  • Schianto in A27, auto fuori strada finisce in un campo: ferite due veneziane

  • Eraclea in lutto per Andrea, morto nel sonno a 21 anni

  • «Addetti alla sicurezza non in regola»: il questore mette i sigilli al King's di Jesolo

  • Il maltempo rovina il weekend: temporali diffusi nel Veneziano

Torna su
VeneziaToday è in caricamento