Stalking e violenza sulle donne: torna nelle piazze il camper della polizia

In vista della giornata internazionale contro la violenza sulle donne gli agenti si metteranno a disposizione in piazzale Roma, in piazza Ferretto e a Jesolo

Gli agenti distribuiranno materiale informativo e saranno a disposizione per consigli e denunce

Sulla scia dell’esperienza positiva sperimentata nel 2017 e nei primi mesi dell’anno 2018, in vista della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, che si terrà il  25 novembre, torna il «Progetto Camper»della Questura di Venezia nell’ambito di una campagna permanente di sensibilizzazione a livello nazionale, fortemente voluta dalla Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato.

La rete contro la violenza

L’obbiettivo è quello di associare, all’attività operativa di prevenzione e repressione dei reati di maltrattamenti e stalking, un’azione di informazione volta al mutamento culturale sul tema della violenza di genere, portando le vittime attuali o potenziali, ad avere piena contezza del supporto che possono avere dalle istituzioni.

Le tappe del camper

Il Camper della Polizia di Stato, con personale della Questura di Venezia – Divisione Polizia Anticrimine, affiancato da personale dei commissariati ed esperti dei centri antiviolenza, effettuerà diverse tappe e avrà contatti diretti con chiunque ne abbia bisogno, anche soltanto per un consiglio. Il camper sarà presente: mercoledì 14 novembre a piazzale Roma dalle 9 alle 13, mercoledì 21 novembre in piazza Ferretto a Mestre dalle 9 alle 13 e domenica 25 novembre a Jesolo, in piazza Brescia, dalle 14. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • L'outlet di Noventa si fa ancora più grande e strizza l'occhio ai giovani

  • L'acqua alta cancella anche la musica, sommersa la biblioteca del Conservatorio Benedetto Marcello

Torna su
VeneziaToday è in caricamento