Violenza sessuale sulla nipotina: lo zio condannato a sette anni di carcere

Un uomo di 40 anni era finito a processo: la bimba aveva raccontato tutto allo psicologo a scuola

Il pm aveva chiesto la stessa condanna

Era finito a processo con l'accusa di aver toccato più volte la nipotina di dieci anni nelle parti intime. Ieri mattina un 40enne di origini romene di Vigonovo è stato condannato a sette anni e sei mesi di carcere. La stessa pena che aveva chiesto il pm Elisabetta Spigarelli. 

I fatti risalgono agli anni tra il 2013 e il 2014. La piccola, dopo il primo episodio, aveva raccontato tutto alla mamma che, però, non le aveva creduto. Le violenze sono continuate, con tanto di minacce. L'uomo, infatti, avrebbe intimidito la nipote dicendole che le avrebbe fatto del male se avesse cercato di opporsi alle avances. 

Gli episodi contestati sono una quindicina e avvenivano nei momenti in cui i due si trovavano da soli in casa. Tutto è venuto alla luce quando la bimba ha «denunciato» lo zio rivelando le violenze allo psicologo della scuola, che ha avvisato il dirigente scolastico e, successivamente, la famiglia. Il giudice ha stabilito anche un risarcimento di 50mila euro per la ragazzina, che adesso ha 14 anni, e di 10mila per la madre. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto tra due auto, morta una donna

  • L'Amerigo Vespucci torna in laguna in compagnia della nave San Giorgio

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • Travolto da un'auto, morto un pensionato di 63 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento