Picchia per anni la fidanzata anche con una cinghia, arrestato

Un 24enne bloccato dalla polizia a Bibione. La giovane era arrivata anche a perdere 30 chili. L'uomo costringeva la madre di lei a fare dei prelievi e a consegnargli denaro

Per due anni l'ha picchiata, minacciata e l'ha costretta a subire vessazioni psicologiche. L'ha maltrattata a tal punto che lei è arrivata a perdere trenta chili. E non ha risparmiato nemmeno la madre della ragazza, estorcendole dei soldi in diverse occasioni. Gli agenti del commissariato di Portogruaro nei giorni scorsi hanno messo fine all'incubo vissuto da una giovane e dalla mamma, arrestando un 24enne di origine straniera e residente a San Michele al Tagliamento. Il ragazzo, con precedenti specifici, è stato raggiunto da un'ordinanza di custodia cautelare e adesso si trova in carcere a Pordenone. 

I maltrattamenti sono cominciati due anni fa e spesso le vessazioni sono avvenute quando il 24enne era sotto l'effetto di droga. In alcune occasioni la violenza nei confronti della ragazza aveva il fine di costringere la madre, convivente con la coppia e quindi presente agli atti di violenza, ad effettuare prelievi di denaro e consegnarglieli, sotto la minaccia di picchiare la ragazza. Gli episodi, avvenuti a Bibione, avevano portato la giovane all’isolamento forzato dalla propria famiglia di origine e a privarla di una regolare alimentazione, tanto che era arrivata a perdere peso e non era più in grado di svolgere il proprio lavoro a causa degli ematomi e dei dolori fisici su tutto il corpo. L'uomo la picchiava anche con una cinghia dei pantaloni. L’atteggiamento violento del ragazzo si è manifestato, con pesanti minacce, anche in danno dei familiari della ragazza, ai suoi occhi colpevoli di voler garantire l’incolumità di lei portandogliela via.

Potrebbe interessarti

  • Festa del Redentore: i migliori punti da cui ammirare i fuochi

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Forfora: da cosa è causata e come si combatte

  • Bidoni della spazzatura: come fare per averli sempre puliti

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • I funerali di Eleonora, Leonardo, Riccardo e Giovanni allo stadio di Musile

  • Il papà di Giorgia, unica superstite nello schianto di Jesolo: «Come aver perso figli miei»

  • Confermati i domiciliari per Marinica, accusato di aver provocato l'incidente di Jesolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento