«Violentato da 2 preti che esercitano in provincia di Venezia e Padova»

L'accusa di Gianbruno Cecchin, 49 anni, sarà depositata in procura a Treviso lunedì. Dopo 30 anni avrebbe denunciato gli abusi subiti mentre si trovava in seminario

L'accusa, pesante, è di Gianbruno Cecchin, 49enne professore di filosofia, già assessore a Galliera Veneta. A 30 anni dagli abusi di cui sarebbe stato vittima mentre frequentava il primo anno di seminario, avrebbe trovato la forza di denunciare le violenze, scrivendo una lettera al papa e al vescovo di Treviso. Le sue accuse, lunedì mattina, diventeranno atto d'accusa depositato in procura a Treviso. La notizia è riportata dai quotidiani locali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Maledette mura del seminario»

Checchin avrebbe parlarto di «abusi e violenze patiti tra le maledette mura del seminario di Treviso», accusando due sacerdoti che attualmente eserciterebbero il presbiterio in provincia di Venezia e di Padova. Il 42enne avrebbe spiegato di essere al corrente anche di altri abusi ai danni di altri seminaristi, commessi nella casa vacanze della diocesi, nel Bellunese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

Torna su
VeneziaToday è in caricamento