«Assembramenti fuori dai locali, gente senza mascherina: così torniamo indietro»

L'ammonimento del presidente Zaia durante il punto stampa di oggi. Annunciati 60 milioni di euro di premi per il personale sanitario del Veneto

Un premio per tutti i lavoratori della sanità in trincea negli ultimi 3 mesi nella lotta contro il coronavirus. Durante il punto stampa dalla sede della protezione civile di Marghera, il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha annunciato che in giunta è stato deliberato di elargire più di 60 milioni di euro come riconoscimento straordinario per medici, infermieri e operatori sanitari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La conferenza è stata anche l'occasione, per il governatore, di ammonire tutte quelle persone che nelle ultime ore non hanno rispettato le misure di sicurezza indispensabili per non tornare indietro. «Abbiamo avuto più di 1800 persone decedute di coronavirus. - ha sottolineato Zaia - Nelle ultime ore mi hanno subissato di fotografie con persone che si assembrano fuori dai locali, fanno happy hour: così si ritorna indietro. Saremo costretti a chiudere tutto con il silicone, non possiamo tornare indietro, ad un lockdown. Ma questo è il rischio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

Torna su
VeneziaToday è in caricamento