Bilancio: i conti quadrano, il Comune predispone le variazioni di previsione

Occupazione, scuole e interventi pubblici nei piani di spesa 2019-2020 dell'amministrazione veneziana. Stanziati 300.000 euro per le sagre che utilizzano materiali compostabili

Ca' Farsetti, archivio

Il Consiglio comunale ha dato il via libera nella seduta odierna, con 20 voti favorevoli e 10 contrari, alla variazione del bilancio di previsione 2019-2020. I risultati positivi del rendiconto 2018 hanno consentito di coprire il disavanzo anticipatamente rispetto a quanto previsto dal ripiano programmato in 28 anni a decorrere dal 2015 (riduzione da 73 a 29 milioni di euro). Nella variazione di bilancio, quindi, si è potuto ridurre la rata annuale di circa 1 milione di euro per il triennio 2019/2021 che, unitamente ad altre risorse, hanno consentito di finanziare alcune spese, tra le quali 2 milioni di euro per assunzione di personale, in attuazione del piano occupazionale 2019-2021.

Associazioni

Nella variazione, inoltre, vengono applicate le quote accantonate di 345mila euro frutto della rinuncia del sindaco alla relativa indennità, dal 2015 al 2019, destinandola a contributi ad associazioni operanti nel territorio in ambito socio assistenziale, sportivo, socio-educativo, educativo, didattico e di animazione territoriale. Verrà a tal proposito predisposto a breve un bando specifico. Per quanto riguarda gli investimenti sono stati stanziati: 1,8 milioni di euro di nuovi interventi finanziati dalla legge speciale, 6 milioni di euro per nuovi interventi per la terraferma.

I principali interventi:

400.000 euro per la sistemazione di piazzale Roma;
200.000 euro per la sistemazione della viabilità al Tronchetto;
1.300.000 euro per la realizzazione di parcheggi a Forte Marghera;
150.000 euro per scuola Munaretto Marconi;
150.000 euro per la scuola Valeri;
200.000 euro per il ripristino della pavimentazione del mercato provvisorio di via Fapanni a Mestre;
180.000 euro per la sistemazione di strade e marciapiedi in 6 aree della Terraferma (in totale diventano 1.260.000 euro complessivi);
100.000 euro per impianti di illuminazione in terraferma;
350.000 euro per una nuova centrale termica dell’impianto sportivo di Sant’Alvise;
200.000 euro destinati all'intervento per il rifacimento del guardrail di Pellestrina;
200.000 euro per i lavori di riqualificazione della scuola primaria Silvio Pellico di Mestre

Ovovia

Con l'approvazione della variazione di bilancio, il Consiglio ha stabilito inoltre il nulla osta allo stanziamento di 95 mila euro per la rimozione dell'ovovia sul ponte della Costituzione e l'assegnazione di un budget in contributi di 300 mila euro per il 2019 e 200 mila euro per il 2020 a favore delle associazioni che organizzino sagre con materiale in plastica compostabile. Il Consiglio comunale ha dato infine via libera anche all’emendamento di giunta (21 voti favorevoli, 6 contrari, 1 astenuto) che sospende l'efficacia del “Regolamento per l'istituzione e la disciplina del Contributo di accesso, con qualsiasi vettore, alla Città antica del Comune di Venezia e alle altre isole minori della laguna”, fino al 31 dicembre 2019.

Potrebbe interessarti

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Temporali estivi: come proteggersi per evitare rischi

  • Fare il bagno dopo mangiato: bisogna davvero aspettare 3 ore?

  • Capelli grassi? Ecco i 5 rimedi per combatterli

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • Incidente fra mezzi pesanti sulla A4 a San Stino, un morto

  • Grandine come palline da ping pong, attimi di preoccupazione

  • Il dolore della comunità per la perdita del giovane Alessio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento