La Provincia approva il bilancio: "Siamo i meno indebitati in Veneto"

Piccola consolazione per il virtuosismo della giunta Zaccariotto che stamattina ha dato l'ok anche al documento triennale 2013-2015. L'assessore al Bilancio, Del Zotto: "Abbiamo ridotto all'osso"

La Giunta provinciale in seduta nella sede di Ca' Corner

"Il 2013 vede la Provincia di Venezia impegnata a rispettare gli equilibri di bilancio e il patto di stabilità, nonostante il calo delle entrate". Con queste parole l'assessore al Bilancio, Pierangelo Del Zotto, ha esordito per portare all'approvazione lo schema del bilancio di previsione 2013 della Provincia di Venezia. La Giunta si è riunita anche per discutere sul  piano pluriennale 2013-2015: "Un calo derivante dal susseguirsi delle manovre dello stato centrale, di bel 17 milioni di euro rispetto l'anno precedente, che vanno a sommarsi ai tagli per 9 milioni del 2012, e l'inasprimento di 5 milioni del saldo obiettivo da conseguire. Il solo taglio operato nel 2012 ha consentito, attraverso la riduzione degli oneri finanziari sui mutui, di avere, per il 2013, maggiori risorse per 3,5 milioni di euro. Oltre a quest’azioni, vanno aggiunte l’ ulteriore riduzione delle spese non obbligatorie per 1,9 milioni di euro, e l’ adozione sostanziale del budget a base zero".

Ha continuato Del Zotto: "E’ bene ricordare che nel 2012 la Provincia ha pagato 20 milioni di euro per stato di avanzamento lavori in materia di edilizia e viabilità, riducendo contestualmente il proprio debito di 22 milioni di euro. Attualmente, con un debito complessivo che ammonta a 83 milioni, la Provincia di Venezia si conferma la meno indebitata del Veneto.

"Accanto alla azione virtuosa di bilancio, c’è stata anche una fruttuosa azione di recupero crediti avviata dall'ufficio legale e da quello finanziario della Provincia nei confronti dello stato centrale che ha permesso di vedersi liquidare già entro la fine dello scorso anno i 44 milioni di euro, un credito risalente al periodo 1997-2007. Il continuo e progressivo rimborso anticipato dei mutui - ha concluso Del Zotto - e il saldo di cassa derivante dalle entrate per riscossione dei crediti di cui sopra hanno premiato l'azione di bilancio della Provincia di Venezia, coerentemente con le linee guida indicate dall’Upi (Unione Province Italiane), e recentemente illustrate dal presidente Antonio Saitta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto si è risvegliato dal coma. Una perizia chiarirà le cause dell'incidente

  • Si è spento il sorriso più bello: Caorle stretta nel dolore per la morte di Juri

  • Ciclista travolto e ucciso da un'auto

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

  • C'è un nuovo ristorante con due stelle Michelin a Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento