sabato, 25 ottobre 11℃

Ca Foscari dice addio alla carta, da oggi tesi e libretti solo digitali

La decisione presa dal Senato accademico dell'Ateneo permetterà di risparmiare circa 20mila euro l'anno. Ciò permetterà di rispettare l'ambiente e di ridurre la burocrazia

La redazione 18 gennaio 2012

Ca' Foscari dice addio alla carta e introduce per tutti gli studenti le tesi di laurea (triennali e magistrali) e il libretto universitario esclusivamente in formato digitale. La novità, decisa dal Senato accademico dell'ateneo, ha una serie di vantaggi: Ca' Foscari riduce di circa 20mila euro l'anno i costi di stampa per i libretti, gli studenti risparmiano sulle spese per la stampa e la rilegatura dell'elaborato finale. A ciò si aggiungono il vantaggio ambientale con l'abbattimento del consumo di carta e la riduzione dei costi organizzativi derivanti dalla gestione operativa e di archiviazione delle tesi. Oltre che minor lavoro burocratico per i docenti che non firmeranno più i voti sul libretto.

Per il rettore Carlo Carraro, è una operazione virtuosa "che persegue il duplice obiettivo della riduzione dei costi e della sostenibilità ambientale, senza dimenticare neppure la semplificazione di molte procedure burocratiche che si accompagna al ricorso alle tecnologie digitali. Una strada che da un po' il nostro ateneo ha scelto di intraprendere e portare avanti cercando in questo modo di migliorare costantemente i servizi a favore dei nostri studenti Libretto universitario digitale".

A partire dall'anno accademico 2012/2013 gli immatricolati non verranno più dotati di libretto, che non ha alcun valore legale a differenza del verbale di esame sostenuto. Per quanto riguarda la tesi di laurea digitale, dopo una prima fase sperimentale, la procedura entrerà a regime dalla sessione autunnale 2012. Lo studente, sia di triennale che di magistrale, caricherà nell'area riservata del sito il paper o la tesi finale e il relatore potrà vederla/scaricarla direttamente da lì.

Annuncio promozionale

Carlo Carraro
Dorsoduro
ambiente
Ca' Foscari
risparmio

Commenti