Case Ater, quasi 500 mila euro di morosità recuperati

I dati del 2019. Circa 300 mila euro gli affitti arretrati del 2017 e 2018 incassati dall'azienda nei primi 9 mesi dell'anno. Duecento case pronte a essere assegnate con bando comunale

Panoramica Venezia, archivio

È calato l'ammontare dei mancati pagamenti di affitto nelle case Ater del Veneziano. Lo dicono i dati che lunedì l'azienda ha pubblicato. La morosità del 2018, rispetto a quella del 2017, era passata dal 7,52% all'8,08%. La morosità del 2018 (quindi riferita al solo anno corrente 2018) ammontava a 1.062.151,57 euro a dicembre scorso, ma al 30 settembre di quest’anno quella cifra era già scesa a 761.011,40 euro, con un piano di rientro.

Cifre recuperate

Nei primi nove mesi del 2019 (da gennaio a settembre) l’Ater di Venezia ha recuperato ben 443.152,09 euro di morosità, abbassando la percentuale dell'anno 2018 da quel 8,08% al 5,79%. Il totale di tutta la morosità degli inquilini Ater, che comprende anche gli anni precedenti, al 30 settembre 2019 non era più di 6.681.650,77 euro, ma di 6.238.498,68 euro. Dei 443.152,09 euro di morosità recuperata, 301.140,17 euro risalgono a canoni non pagati nel 2018 e altri 142.011,92 euro da affitti non pagati nel 2017. 

Alloggi sfitti

«Le difficoltà economiche per molte famiglie che vivono negli alloggi dell'Ater sono reali – spiega il presidente dell’Ater di Venezia Raffaele Speranzon - d'altra parte le case popolari dovrebbero andare proprio a chi non ha le possibilità economiche per rivolgersi al mercato privato. Va inoltre precisato che tra gli alloggi “sfitti”, già ristrutturati da Ater, che sono oltre 500, alcuni sono in corso di assegnazione o in attesa di bando comunale per l’assegnazione. Circa 200 alloggi Erp riqualificati sono disponibili nel Comune di Venezia e potranno essere consegnati a seguito della graduatoria del bando comunale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

Torna su
VeneziaToday è in caricamento