Istruzione, viabilità, rifiuti: a Venezia spesa alta ma efficiente, i dati dell'osservatorio

L'università del Sacro cuore ha analizzato le performance dei comuni della penisola su dati del 2016

L’indicatore di efficienza del Comune di Venezia è di 22,25 punti, cifra ottenuta dal rapporto tra spesa pubblica e servizi offerti ai cittadini. Una buona performance se confrontata con quelle di città come Milano e Roma, che ottengono punteggi prossimi allo zero. Altri comuni, però, sono molto più virtuosi: in cima alla classifica c'è Pisa, mentre Padova e Treviso si collocano rispettivamente al terzo posto (71,92) e al nono (55,78). Attenzione, però, perché le composizioni dei punteggi raccontano storie differenti: ad esempio due amministrazioni che hanno punteggi simili potrebbero comportarsi in modo diverso: una spende poco e dà poco agli abitanti, un'altra investe di più ma fornisce più servizi.

Spesa alta, alta anche l'offerta

Ecco allora che Venezia, con un indicatore di spesa di 58,32, è la grande città italiana più "generosa" nella spesa pubblica; ma anche l'indicatore di offerta è elevato (80,57), tra i più alti della Penisola: nel complesso, quindi, il capoluogo veneto appare alla posizione numero 20 tra le 52 città italiane di almeno 80mila abitanti. La classifica ("l’efficienza dei comuni delle regioni a statuto ordinario") è stata redatta dall'osservatorio sui conti pubblici dell'università cattolica del Sacro cuore sulla base delle informazioni raccolte da Sose spa, società partecipata dal ministero delle Finanze e da Banca d’Italia. Le informazioni sono relative al 2016.

I settori valutati

Il confronto tra indicatore di spesa e indicatore di offerta è stato effettuato per 6 funzioni svolte dai comuni: la viabilità ed il territorio, l’istruzione pubblica (inclusi gli asili nido), le funzioni generali di amministrazione e controllo (esempio gestione del personale comunale), le funzioni di polizia locale, i servizi del settore sociale (ad esempio strutture residenziali di ricovero per anziani) e lo smaltimento rifiuti. L’indicatore di efficienza complessiva è calcolato come media ponderata dei 6 indicatori, con pesi che riflettono la quota, rispetto al fabbisogno standard totale, di ogni funzione di spesa: l'amministrazione incide per circa il 20%, la gestione dei rifiuti per il 26%, l'istruzione per il 18%, la viabilità e il sociale per il 14% ciascuno, la polizia locale per il 7%.

Schermata 2019-05-22 alle 15.28.22-2

Potrebbe interessarti

  • Consigli anti stress per il rientro dalle vacanze

I più letti della settimana

  • Gita in pedalò, entra in acqua e non riemerge: 23enne recuperato morto

  • Schianto auto-moto, due all'ospedale. Bloccato l'autista, guidava ubriaco

  • Schianto in autostrada, morta una 22enne

  • Un bambino salvato sulla spiaggia a Jesolo

  • Scivola e batte la testa, escursionista veneziano portato all'ospedale

  • Due bagnini indagati per l'annegamento a Jesolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento