Liu Jo entra nel cda di Coin con una quota del 15% di azioni

Il presidente Giorgio Rossi plaude all'ingresso dell'imprenditore Marco Marchi: «L’operazione conferma la bontà delle scelte strategiche attuate dagli imprenditori e dal management»

Coin Venezia, archivio

Coin spa, la più diffusa catena di department store in Italia, accoglie nella propria compagine societaria Marco Marchi, fondatore e presidente di Liu Jo. L’imprenditore emiliano fa il suo ingresso nel consiglio di amministrazione di Coin grazie a un aumento di capitale che lo porta a detenere una quota pari al 15%. L’operazione intende valorizzare il lavoro svolto dalla cordata di imprenditori e dal management alla guida dell’azienda e, grazie ai nuovi mezzi finanziari e all’esperienza e visione di Marco Marchi, contribuirà ad accelerare il piano di rinnovamento e sviluppo dell’insegna attualmente in corso. La notizia su TrevisoToday

La crescita

Coin ha ripreso la crescita e il riposizionamento con la recente trasformazione dello store di Trieste in quello che è diventato il terzo Coin Excelsior, dopo l’apertura di Roma Cola di Rienzo e della shopping destination presso il CityLife Shopping District di Milano. Coin ha proseguito inoltre nel percorso di upgrading verso il segmento premium attraverso un’accurata ricerca di brand di tendenza da affiancare ai marchi più affermati, che ha già visto nuovi nomi sbarcare negli store del gruppo veneziano. «Un nuovo importante imprenditore italiano che crede nel progetto Coin, nella formula e nei piani di crescita del nostro retail brand - afferma Giorgio Rossi, presidente di Coin SpA - L’operazione conferma la bontà delle scelte strategiche attuate dagli imprenditori e dal management e siamo certi che Marco Marchi porterà il suo valido contributo all’accelerazione del rinnovamento e sviluppo».


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

Torna su
VeneziaToday è in caricamento