Opportunità di lavoro nel mondo IT

Per parlare di informatica e lavoro, abbiamo incontrato Paolo Osvaldo Agnelli, Strategy Manager del Gruppo De Pasquale, realtà con più di 35 anni di storia che opera nel settore della flessibilità organizzativa e delle risorse umane e che ha fatto della ricerca e dell’innovazione un proprio fattore distintivo.

L'informatica e la digitalizzazione stanno sempre più cambiando il nostro modo di vivere. Come stanno cambiando le strategie aziendali in termini di esperienza digitale?

Il mondo dell’imprenditoria, anche in Italia, sì è avvicinato in maniera particolare alle nuove tecnologie. Gli schemi dell’Industria 4.0, anche con il supporto di strumenti finanziari pubblici, sono ritenuti dalle aziende come lo strumento per combattere la crisi e per crescere anche a livello internazionale.Le tecnologie più richieste sono il Cloud computing che interessa il 35% delle PMI, l’Internet of Things (33%), il Machine Learning (28%) e infine la Blockchain (27%).

A gennaio 2016 il World Economic Forum ha pubblicato The Future of Jobs, una ricerca che illustra l’evoluzione del lavoro fino al 2020 sulla base delle indicazioni raccolte tra i responsabili delle Risorse Umane di 350 tra le maggiori aziende mondiali. Nei prossimi 2, 3 anni fattori tecnologici e demografici influenzeranno profondamente l’evoluzione del lavoro. L’effetto, sostiene il report, causerà la creazione di 2,1 nuovi milioni di posti di lavoro, ma contemporaneamente ne spariranno 7,1. I nuovi 2 milioni di posti saranno creati in settori come “architettura e ingegneria” e “computer e matematica”.

Quindi possiamo dire che studiare informatica, oggi, garantisce un posto di lavoro?

Studiare informatica e farlo con energia, interesse, passione e volontà di mettersi alla prova, sicuramente permetterà di trovare un lavoro nei prossimi anni. Basti pensare che complessivamente, secondo un rapporto elaborato nel 2016 dal Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti, il settore dell’Information Technology e dell’Informatica vedrà una crescita media del 13% tra il 2016 e il 2026. Ad esser maggiormente richiesti saranno Software Developer, Web developer, Database Administrator, Information Security Analyst, figure di Data Science e specialisti di Network.

Per chi volesse avvicinarsi al mondo della programmazione, quali sono i linguaggi che è bene conoscere?

Sicuramente Java è uno dei più popolari linguaggi di programmazione, unitamente a php, c++, c# e JavaScript, il più popolare linguaggio come rilevato dal StackOverflow's annual survey con più del 62.5% di programmatori che lo utilizzano.

L'evoluzione delle tecnologia ha portato alla creazione di ulteriori linguaggi quali Swift, sviluppato da Apple nel 2014 per iOS, macOS, tvOS, watchOS, e Linux; GO introdotto da Google nel 2009. E poi uno degli ultimi nati, RUST.

Come si può fare qualche esperienza che permetta agli studenti di mettersi alla prova?

Ci sono molteplici opportunità formative on line e off line; ci sono piattaforme online in cui è possibile studiare, fare pratica e poi mettersi alla prova aiutando startup e associazioni noprofit. Ma chiaramente non mancano occasioni per mettere le proprie competenze a disposizione di aziende che cercano freelance. Una volta acquisite le competenze, la strada per il futuro sarà tracciata. Ad esempio, in questo momento c’è una grande azienda italiana che sta cercando neolaureati che conoscano Java. Per maggiori informazioni e candidature contattare neolaureatijava@inforgroup.eu

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Maltratta e picchia la madre: sedicenne allontanato da casa finisce in comunità

  • Cronaca

    Assalto al bancomat delle Poste, banditi in fuga con il bottino

  • Cronaca

    Rapine in serie nel Vicentino, 17enne finisce in carcere minorile

  • Attualità

    Scuola, Donazzan: «Test antidroga per tutti gli studenti. Bocciature per uso ricorrente»

I più letti della settimana

  • Lutto a Martellago e nel Veneziano per la morte improvvisa di Andrea Priviero

  • Succede in palestra a Mestre: gli addetti alle pulizie entrano nello spogliatoio femminile senza avvertire

  • Divieto di targa straniera, prime multe e sequestri in provincia

  • Polizia con i cani fuori da scuola: gli studenti abbandonano la droga in autobus

  • Cade violentemente a terra all'Harry's Bar e sviene: soccorsa dal medico presente in sala

  • Xiaomi, il colosso cinese della telefonia mobile apre uno store a Nave de Vero

Torna su
VeneziaToday è in caricamento