Nuovo accordo per Safilo, si prevedono 100 esuberi volontari

Proprio lo stabilimento di Santa Maria di Sala ha ospitato la firma della nuova intesa. Due anni fa a restare a casa dovevano essere in mille

Martedì, a Santa Maria di Sala, si è tenuto l'incontro del coordinamento sindacale con la direzione di Safilo, per continuare la discussione sulla situazione degli esuberi. L'incontro si è concluso con la firma di un'intesa che prevede cento esuberi che verranno gestiti con la mobilità volontaria e incentivata. Sono circa un'ottantina i lavoratori che hanno ad oggi aderito a tale soluzione e circa una ventina a Santa Maria di Sala, volontà che va confermata entro il prossimo 18 luglio. Le uscite in mobilità scatteranno non prima del 31 agosto e si dovranno concludere entro il prossimo 31 dicembre. Nel frattempo si cercheranno ulteriori volontari. I lavoratori del sito salese, attualmente in solidarietà e che non accetteranno l'esodo incentivato, saranno ricollocati previo addestramento nei siti di Padova o riposizionati sempre a Santa Maria di Sala.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Con tale accordo – scrivono in una nota i sindacati - si chiude una brutta pagina della storia di Safilo, iniziata due anni fa con la dichiarazione di mille esuberi e gestita attraverso la contrattazione e il buon senso, evitando di fatto  soluzioni traumatiche. Una grande risposta che l'azienda ha dato sotto il profilo etico e sociale dopo la perdita della licenza Armani. Ora sarà prioritario concentrarci su un piano industriale che potenzi gli stabilimenti italiani e che preveda di internalizzare ulteriori produzioni fatte all'estero. Sarà inoltre prioritario puntare su una maggiore qualità, efficienza e un miglior servizio al cliente, elementi indispensabili per primeggiare nel settore dell'occhialeria e per portare a casa nuovi accordi di licenza. A tal proposito il rinnovo del contratto integrativo di gruppo, sarà assolutamente indispensabile per realizzare tutto questo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Addio ad Ambra, morta a 31 anni

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti di oggi

Torna su
VeneziaToday è in caricamento