Scorzè, pioggia di soldi dalla Regione sulla San Benedetto

Palazzo Ferro-Fini stanzia 476mila euro in favore dello stabilimento della terraferma. Finanziamenti anche per Noale, Martellago, Salzano e Venezia

E’ stato approvato in via definitiva il riparto di un milione e 350mila euro assegnati come contributo di compensazione dei danni provocati nei comuni in cui hanno sede gli impianti di imbottigliamento di acque minerali e nei comuni confinanti. Il provvedimento è stato adottato dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore all’Ambiente e al Ciclo dell’acqua Maurizio Conte.

Poco più di un milione di euro è stato suddiviso tra sei comuni sede di impianti: Scorzè (476mila euro), San Giorgio in Bosco (245mila euro), Recoaro Terme (73mila euro), Posina (58mila euro), Torrebelvicino (59mila euro), Valli del Pasubio (106mila euro), differenziato proporzionalmente in base alla quantità di imbottigliato.

Altri 330mila euro sono stati ripartiti in egual misura (15mila euro ciascuno) tra 22 comuni confinanti. Si tratta di Laghi, Arsiero, Velo d’Astico, Schio, Valdagno, Altissimo e Crespadoro in provincia di Vicenza; Selva di Progno nel Veronese; Tombolo, Fontaniva, Grantorto, Villa del Conte, Campo San Martino, Piazzola sul Brenta e Trebaseleghe in provincia di Padova; Noale, Martellago, Salzano e Venezia nel Veneziano; Zero Branco e Mogliano Veneto in provincia di Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ordigno a Marghera. Evacuazione di 3mila persone, niente treni e aerei: Venezia sarà isolata

  • Bollo auto, tutte le novità del 2020 dagli sconti alle nuove modalità di pagamento

  • Bomba day: 3.500 persone da evacuare e blocco viabilità. Ecco le vie interessate

  • Una donna si è data fuoco davanti al tribunale dei minori di Mestre

  • Preso l'uomo che si aggirava con un coltello tra le calli di Venezia

  • Appartamento dello spaccio "vista piazza": 30enne in manette a Marghera

Torna su
VeneziaToday è in caricamento