Assoli

Alla Galleria ItinerArte presentazione del libro di Ermanno Fugagnoli per la rassegna "Aspettando la Biennale", con la partecipazione di Franco Avicolli e letture di Carlo Persi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo:

"Avrà luogo sabato 9 marzo 2019, alle ore 19, presso la Galleria ItinerArte, a Venezia, Rio Terà de la Carità – Dorsoduro 1046, la prima presentazione letteraria nell’ambito della rassegna intitolata “Aspettando la Biennale”, una kermesse di 44 giorni che vedrà succedersi mostre di pittura, scultura e fotografia, presentazioni di libri e video, performance teatral-musicali e altri eventi culturali, con protagonisti artisti ed autori emergenti provenienti da tutta Italia e affermati veneziani.

E sono veneziani tutti e tre i protagonisti di questa prima serata dedicata ad un libro, ovvero “Assoli”, dello scrittore e musicista Ermanno Fugagnoli, docente presso il Conservatorio di Venezia. La serata vedrà la partecipazione di Franco Avicolli, direttore del Centro Culturale MAC di Venezia che dialogherà con l’autore, con letture di alcuni passaggi salienti da parte dell’attore Carlo Persi. Veneziana anche la casa editrice del volume, ovvero le Edizioni Supernova (“Assoli” di Ermanno Fuigagnoli, 148 pagine, euro 12, prima edizione Maggio 2018).

Assoli raccoglie due racconti lunghi, "Afa - una fuga per voce sola" e "Il ventre della suocera" che, accomunati dall'andamento monologante, ci attirano nelle spirali introspettive dei protagonisti attraverso il flusso ipnotico di una scrittura che attinge alle forme musicali. In Afa, un conte veneziano si rivolge a un ascoltatore silenzioso esibendosi in un virtuosistico assolo di parola e pensiero sui temi dei propri riferimenti esistenziali. Anche attraverso la rappresentazione di Venezia e della venezianità, il conte racconta le proprie tormentate vicende famigliari sempre sostenuto dall’ironia e dal gusto per il paradosso che ne compensano gli eccessi drammatici in una comicità ambigua e irresistibile. Un’architettura di rimandi e sovrapposizioni contrappuntistiche che ne fanno un concerto per voce narrante.

Ne Il ventre della suocera, il protagonista, congiungendosi con la moglie Giulietta, ripensa alla cena a casa dei suoceri appena trascorsa e inevitabilmente degenerata in una orribile discussione. Di pari passo con la sensualità che monta, incalza il crescendo di accuse e risentimenti feroci nei quali, sprofondando sempre più nel vortice dell'odio, l'io narrante non fa che avvilupparsi tra le spire possenti della suocera tentacolare. Un'ode tra il morboso e il satirico alla potenza satanica della suocera con la esse maiuscola.

Ingresso libero. Contestualmente, prima e dopo la presentazione e il breve recital, sarà possibile visitare la mostra allestita nei due spazi della Galleria e inaugurata sabato scorso 2 marzo, ovvero la collettiva tematica (e itinerante) “Nomi, Cose, Città, Animali, Fiori…”, a cura di Virgilio Patarini, Catalogo Zamenhof Art. Quadri, sculture, mosaici e fotografie di Arturo Belfiore Mondoni, Walter Bernardi, Giorgio Carluccio, Valentina Carrera, Vito Carta, Malli Ferraris, Carlo Fontanella, Luisa Ghezzi, Paolo Lo Giudice, Franco Maruotti, Moreno Marzaroli, Aldo Mastrorilli, Sergio Merghetti, Virgilio Patarini, Alessandro Pedrini, Gabriele Perissinotto, Michele Recluta, Maria Luisa Ritorno, Ivo Stazio, Marica Zorkic. Tale mostra sarà visitabile fino a lunedì 11 incluso, poi andrà a Roma alla Muef Art Gallery (dal 17 al 26 aprile) e a Milano allo Spazio E (dal 29 maggio al 7 giugno)."

I più letti
Torna su
VeneziaToday è in caricamento