Al via il Festival del vetro di Venezia: settima edizione "diffusa" in 5 location

Art's Connection 2019 prenderà il via domani e chiuderà i battenti il 31 ottobre

Una staffetta artistica in onore della tradizione secolare del vetro di Murano. È stato presentato stamattina Arts' Connection 2019 - Festival del vetro, che si svolgerà a Venezia da domani al 31 ottobre 2019, in cinque location diverse: il Museo del vetro di Murano, il Museo del tessuto e del profumo di Palazzo Mocenigo, il Padiglione del Vetro, la Maison Lisette Murano e Ca' Vendramin Calergi, sede del Casinò di Venezia. A presiedere l'incontro con la stampa l'assessore al Turismo Paola Mar.

Oltre i confini e i canoni

La novità di quest'anno di Arts' Connection sarà "Extended Edition": la kermesse svilupperà infatti una connessione tra le location che ospiteranno il festival dando vita a una sorta di staffetta che si legherà a doppio filo ai prossimi grandi eventi lagunari: la Biennale, il Festival del Cinema e la "The Venice Glass Week". Non solo vetro, anzi. L'intento è di superare confini e "canoni" guardando anche alla musica, alla moda, al design, all'artigianato, alla fotografia, alla scultura e alla pittura.

Le esposizioni

Saranno due le esposizioni principali del Padiglione del Vetro, situato in riva Longa a Murano, al civico 38, nei pressi dell'imbarcadero Actv "Museo": la prima, delle artiste Lisette Caputo e Antonia Trevisan, si intitolerà "Interesting glass - Il vetro interessante" e sarà inaugurata il 5 maggio con chiusura il 22 settembre, giorno in cui si aprirà la seconda edizione di "Fotografare il vetro", evento che durerà fino al 31 ottobre con opere di Lisette Caputo, Maura Gottardo, Adriano Sensale e #Z. Lo slogan della kermesse sarà "la rinascita del vetro millenario di Murano attraverso la cultura con la C maiuscola”, innescando una "connessione" tra associazioni e realtà imprenditoriali veneziane che, fin dalla prima edizione, permette di "fare rete" e garantire anno dopo anno (questa è la settima edizione del festival) la celebrazione della tradizione secolare del vetro di Murano.

Settima edizione

«Sono orgogliosa di presentare la settima edizione del festival - ha dichiarato Mar - perché il Comune si spende per far sì che le persone si incontrino e mettano a frutto passioni ed energie per fare del bene alla città. Di questo flusso positivo non smetto mai di stupirmi, perché l'energia cresce di pari passo con la sinergia e il nostro compito è proprio dare la possibilità a queste comunioni d'intenti di ampliarsi e svilupparsi il più possibile. Il mio ringraziamento va quindi non solo alla dottoressa Caputo, ma anche a tutti coloro che hanno voluto mettere la faccia agendo in primo piano o anche nelle retrovie per questo festival, lavorando in silenzio per un obiettivo comune».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto si è risvegliato dal coma. Una perizia chiarirà le cause dell'incidente

  • Si è spento il sorriso più bello: Caorle stretta nel dolore per la morte di Juri

  • Ciclista travolto e ucciso da un'auto

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

  • C'è un nuovo ristorante con due stelle Michelin a Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento