Sfilate, danze e spettacoli: il Carnevale di Venezia è anche al Palazzetto Bru Zane

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo:

"Si sono aperte domenica le danze, o meglio, le feste in maschera, con il più tradizionale appuntamento del Carnevale veneziano, il volo dell’Angelo, svoltosi la mattina del 24 febbraio in piazza San Marco. Forse non tutti sanno che le radici della tradizione si fanno risalire al XVI secolo, quando, in un’originalissima forma per rendere omaggi al Doge della Serenissima, un acrobata turco raggiunse la cella campanaria del campanile di San Marco camminando su una fune issata da una barca ancorata al molo. Scendendo, egli raggiunse la balconata di Palazzo Ducale, segnando il primo di una lunga tradizione di “voli”. A causa di una sventurata caduta, tuttavia, dal 1759 al 2000, si decise di far svettare sulla folla, al posto di una persona in carne ed ossa, una grande colomba di legno, trasformando così l’evento nel Volo della Colombina. 
E’ solo dal 2001 che possiamo goderci nuovamente lo spettacolo del volo dell’Angelo, sorretto e assicurato da un sistema montante a carrucola. Dal 2011 invece, l’Angelo sarà impersonato dalla vincitrice del concorso delle Marie dell’anno precedente. 

Il Carnevale di Venezia...

Nella mattinata di domenica, a sorvolare scenograficamente la piazza gremita, dopo la consueta sfilata delle maschere in concorso, è stata la bella Erika Chia, in un magico costume di libellula azzurra e angelicata realizzato dal noto Atelier Nicolao in Venezia, a lasciare tutta la piazza senza parole. Ma ecco le novità di quest’edizione: innanzitutto, è stato introdotto un sistema di tornelli a ridurre la ressa e a garanzia di sicurezza (secondo le disposizioni del Viminale) a quota 23mila persone. Erano infatti 4 gli accessi e gli stop a scattare una volta raggiunto il numero massimo. Inoltre, quest’anno il volo dell’Angelo è stato per la prima volta doppio: infatti, il primo volo, sulle note del Bolero di Ravel, è stato quello di Micol Rossi, a rappresentanza dell’Angelo “guerriero” che dona forza a coloro che stanno attraversando sfide esistenziali difficili ed importanti. Tantissimi gli eventi previsti per questo Carnevale, già in attivo dal 16 febbraio e 
protraentesi fino al 5 di marzo, in occasione delle ultime feste per il Martedì Grasso, quest’anno a tema Blame the Moon, “Tutta colpa della Luna”, con una costellazione di appuntamenti legati al tema dello sbarco lunare, razzi, lunatici and so on…

...al Palazzetto Bru Zane

Segnaliamo qui, tra i numerosi appuntamenti previsti in programma, gli eventi promossi dal Palazzetto Bru-Zane, intimo e sontuoso centro di Ricerca e di Musica Romantica Francese da nemmeno 10 anni riaperto al pubblico, che in occasione delle feste aprirà le porte con convegni, concerti di musica leggera e visite. Ci saranno eventi per tutti i gusti, da sfilate in maschera con carri (Chiesa di Sant’Andrea), danze, recital, laboratori, spettacoli teatrali (Goldoni, La Fenice, Malcontenta, Fondazione Querini-Stampalia, Palazzo Labia, quartiere Dorsoduro, via Garibaldi). Inoltre, numerosi sono gli appuntamenti per i giovani, con palchi montati ad hoc nei campi principali della città (campo Santa Margherita, Pescheria di Rialto, Campo Bella Vienna), dj-set e serate musicali, sparse per l’Isola ma anche nella provincia di Venezia; poi, last but not least, la Lunatic Dinner Ball (solo su prenotazione), ogni sera fino al 5 marzo.

Torna su
VeneziaToday è in caricamento