Marco Paolini e Gianfranco Bettin si aggiudicano il premio Rigoni Stern 2018

L'assegnazione del riconoscimento per la fantafavola "Numero Primo". Si legge dalla motivazione: "Un'opera in cui l'intelligenza artificiale scopre di poter avere anche un cuore"

Un riconoscimento di prestigio per il duo composto da Marco Paolini e Gianfranco Bettin. va a loro il premio Mario Rigoni Stern per la letteratura multilingue delle Alpi 2018 per l'opera "Le avventure di Numero Primo", edito da Einaudi. Lo ha comunicato a Trento la giuria composta da Ilvo Diamanti, Paola Maria Filippi, Mario Isnenghi, Daniele Jalla e Paolo Rumiz, e coordinata dalla giornalista Margherita Detomas. La cerimonia di premiazione si terrà il prossimo 24 marzo a Riva del Garda.

La motivazione

"La fantafavola di Paolini e Bettin - si legge nelle motivazioni - mette in scena un mondo futuro trasformato dalla biotecnologia in cui, però, l'intelligenza artificiale scopre di poter avere, senza saperlo, anche un cuore. In questa realtà la montagna preserva una sua irriducibile differenza rispetto a un mondo globalizzato, in cui Marghera e Venezia invadono la pianura fino alle Alpi e lo stesso mare perde la sua specificità. Dalla montagna viene alla luce Nicola, un Numero Primo come preferisce essere chiamato, lo strano e delizioso protagonista del libro. Emergendo da un ghiacciaio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

Torna su
VeneziaToday è in caricamento