Peggy Guggenheim raccontata da chi l'ha conosciuta con il progetto "Vivavoce"

Un ciclo di video interviste pubblicate ogni domenica dall'8 dicembre fino alla fine dell'anno sugli account social e sul canale YouTube della Collezione

Peggy Guggenheim

La Collezione Peggy Guggenheim dà voce a chi ha conosciuto la mecenate americana e lo fa con un ciclo di testimonianze storiche tenute da quattro personalità che hanno avuto a che fare con lei in vita. Vivavoce è il nome del progetto che vedrà Arrigo Cipriani, Giancarlo Paulon, Peggy Guetta Finzi e Aldo Trevisanello protagonisti di quattro interventi inediti domenicali dall'8 dicembre fino alla fine dell'anno.

Si tratta di un ciclo di video interviste realizzate insieme a un team di studenti del corso in “Nuove Tecnologie Dell'Arte - Arte e Linguaggi Della Comunicazione” dell’Accademia di Belle Arti di Venezia: Matteo Panciera, Andrea Bazzanella, Tommaso Pradetto, Lu Wang e Stefano Zampieri coordinati dagli insegnanti Stefano Marotta e Roberto Russo. Gli studenti, tutti giovanissimi, hanno lavorato alla conduzione delle interviste, alle riprese, alle registrazioni audio, al montaggio e alla post produzione dei video che saranno pubblicati sui account social e sul canale YouTube della Collezione Peggy Guggenheim.
 
“Vivavoce” rientra nel programma di Public Programs La continuità di una visione, una serie di attività e iniziative con cui il museo, quest'anno, ha reso omaggio a un doppio anniversario: i 70 anni dalla prima mostra realizzata da Peggy Guggenheim a Palazzo Venier dei Leoni e i 40 anni dalla sua scomparsa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 38 anni in un ostello a Mestre

  • Bomba day: 3.500 persone da evacuare e blocco viabilità. Ecco le vie interessate

  • Dramma a Venezia: uomo si toglie la vita lanciandosi dalla finestra

  • Trovato morto in ostello, disposta l'autopsia

  • Preso l'uomo che si aggirava con un coltello tra le calli di Venezia

  • Allarme coronavirus (poi rientrato) per un bambino cinese all'aeroporto di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento