Santa Lucia: al via a Venezia iniziative e un progetto di valorizzazione del patrimonio culturale

La chiesa di Venezia dedicata alla martire e che ne custodisce le spoglie, si prepara a diventare santuario diocesano, proponendo un ricco calendario di appuntamenti culturali e religiosi

A pochi giorni dalla ricorrenza di Santa Lucia, che si festeggia il 13 dicembre, la chiesa di Venezia dedicata alla martire di Siracusa e che ne custodisce le spoglie, si prepara a diventare santuario diocesano, proponendo un ricco calendario di appuntamenti culturali e religiosi. Verranno promosse iniziative per valorizzare il culto della Santa, ma anche progetti per rendere più fruibile a tutti, anche alle persone con disabilità sensoriale, la visita della chiesa.

Le iniziative

Le iniziative sono state presentate questa mattina da don Gianmatteo Caputo, amministratore parrocchiale dei Ss Geremia e Lucia e dall'assessore al Turismo Paola Mar. Presenti all'incontro anche Elisabetta Fabbri, presidente del Rotary Club e Lucia Baracco, presidente dell'associazione Lettura Agevolata onlus, che ha ideato il progetto “Le chiese di Venezia... in tutti i sensi” insieme all'onlus Tactile Vision di Torino. L'obiettivo è quello di permettere al maggior numero di persone di ottenere informazioni essenziali per fruire dei luoghi di culto, della loro architettura e delle loro principali opere, con la realizzazione di un pannello multisensoriale, con informazioni di tipo visivo, tattile e audio, per comunicare in modo semplice e accessibile a tutti, le caratteristiche architettoniche dell'edificio.

«Le prime chiese coinvolte nel progetto, promosso dal Patriarcato di Venezia e avviato grazie al supporto del Rotary - spiega don Caputo - sono state scelte fra quelle protagoniste delle celebrazioni per il cinquecentenario della morte del Tintoretto e sono San Rocco, Santo Stefano, Santa Maria del Giglio, San Moisé e il Santuario di Santa Lucia». In ognuna delle chiese verrà predisposto un leggio con un pannello raffigurante l'edificio e le sue caratteristiche distributive. Nella parte centrale verrà rappresentata la chiesa in modo visibile e tattile, corredata a destra da un breve testo in italiano, inglese e Braille. Attraverso il Qrcode e NFC verrà fornita una guida audio-video, con sottotitoli e traduzione dei testi in inglese e LIS.

Videoinstallazione e visite guidate

Ma per celebrare la Santa, verranno promosse molte altre iniziative: il 7 dicembre alle ore 18 verrà inaugurata la videoinstallazione "Lucia a Venezia", una sorta di narrazione visiva dell'arrivo della Santa in città sullo spazio scenico della facciata della chiesa. Alle 18.30 seguirà il concerto della Cappella Marciana diretta da Marco Gemmani; mercoledì 12, venerdì 14 e sabato 15 dicembre, dalle 15 alle 17, verranno promosse visite guidate ogni mezz'ora. Il giorno di Santa Lucia, invece, grazie alla collaborazione di Concommercio Federottica, dalle 10 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17 verranno proposti test visivi gratuiti per tutti i pellegrini.

«Trovo molto interessante - ha sottolineato l'assessore Mar - che possa essere intrapreso un percorso religioso di conoscenza delle reliquie nella nostra città oltre che di piena fruibilità del patrimonio artistico culturale. L'obiettivo è quello di riuscire a intercettare delle sensibilità religiose diverse, partendo dal santuario dedicato a una Santa che attira devoti da tutto il mondo. Stiamo declinando il turismo sotto vari punti di vista: attività che la nostra città può fare dal momento che è una realtà cosmopolita».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gita in pedalò, entra in acqua e non riemerge: 23enne recuperato morto

  • Confermati temporale e grandine, nel Veneziano crolleranno le temperature

  • Incidenti sul Passante: una Ferrari incastrata sotto un camion

  • Schianto in autostrada, morta una 22enne

  • Dalla pesca al furto: denunciati ragazzi veneziani

  • Trovato senza vita in mare insegnante dell'Accademia delle Belle Arti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento