Giuseppe Arnone allo Space di Lugugnana presenta "La grande favola dell’Universo"

La grande favola dell'universo approda a Portogruaro sabato: il libro della collana opere illustrate, Editoriale Giorgio Mondadori (Gruppo Cairo), di Giuseppe Arnone, sarà presentato sabato, 18 gennaio alle 11 allo Space di Lugugnana. L'autore, Giuseppe Arnone, per molti anni testimone delle vicende di vita quotidiana dei territori del Triveneto (fu direttore di ufficio postale a Udine e oggi risiede a Trento, siciliano di origini), si mette alla prova per cambiare il volto di una realtà dura e difficile attraverso semplici metafore svelate in forma di racconti, poesie e fiabe. Il presidente Aiap Portogruaro, Boris Brollo, curatore delle esposizioni d'arte contemporanea alla Galleria ai Molini ha proposto la presentazione del libro.

«Le favole di Arnone sono un pretesto per parlare di grandi questioni come l'ambiente», dice Carlo Motta dell'Editoriale Giorgio Mondadori, che interverrà alla presentazione del testo, sabato a Portogruaro. Due imperi delle galassie sul punto di scontrarsi militarmente arrivano a patteggiare e trasformano la guerra in un confronto letterario. Un evento pacificatore che dallo spazio approderà al Colosseo della Capitale e vedrà la partecipazione di scrittori, poeti, intellettuali pronti a misurarsi a colpi di conoscenza, intelletto, immaginazione e fantasia.

Ne escono racconti «più per adulti che per bambini - dice Motta - che rappresentano gli accadimenti umani. Favole e le poesie traggono spunto dalla vita quotidiana e sublimano sentimenti e paure che tutti abbiamo: l'Iran, i dazi, la Libia. A Portogruaro, territorio simbolo dello sviluppo industriale del recente passato Veneziano, i temi dell'ambiente vengono rilanciati con forza. Nel racconto, a pagina 338, la giovane protagonista Gabriel tenta di rendere ancora più accogliente il parco dove con i suoi amici si ritrova a giocare. Armata di pennelli ridipinge di verde gli steli che si erano rinsecchiti a causa dell'inquinamento, per riportare i bambini a giocare nel prato, in mezzo ai pioppi. Il tema delle dipendenze. La morte per droga, in Fiore Rosso a pagina 302, riporta con leggerezza alla narrazione di un evento drammatico, evitando, «perché ce ne sono fin troppe», le brutalità. Il tutto inframezzato di opere artistiche, nel volume ce ne sono 32, di vari esponenti del territorio, come il veneziano Lorenzo Viscidi Bluer, la friulana Valentina Azzini, Giancarlo Caneva di Cividale del Friuli, Claudio Feruglio di Udine. Un'opera che fa dialogare letteratura e arte. La collana è quella dei grandi libri illustrati.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Il noir al femminile fa tappa al Mesthriller 2019

    • Gratis
    • dal 1 novembre 2020 al 1 dicembre 2019
    • Centro Culturale Candiani
  • Lo sguardo e l'ombelico, torna la rassegna fotografica al Candiani di Mestre

    • Gratis
    • dal 18 gennaio al 14 marzo 2020
    • Centro Culturale Candiani
  • Doppio evento con Vinicio Capossela a Ca' Foscari

    • Gratis
    • 26 febbraio 2020
    • Auditorium Santa Margherita

I più visti

  • Fantasmi di Venezia: passeggiate serali in laguna, tra miti e leggende "paurose"

    • dal 31 ottobre 2019 al 31 marzo 2020
    • San Marco
  • Da Tiziano a Rubens, la grande mostra a Palazzo Ducale

    • dal 5 settembre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Ducale
  • Carnevale di Jesolo 2020: tutti gli eventi

    • Gratis
    • dal 8 febbraio al 1 marzo 2020
    • Centro città
  • Mestre Carnival Street Show: il Carnevale 2020 in Piazza Ferretto

    • Gratis
    • dal 15 al 25 febbraio 2020
    • Piazza Ferretto
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    VeneziaToday è in caricamento