L’Osteria ai do campanili vola verso la finale del festival Triveneto del Baccalà

La ricetta "Baccalà al latte di capra con verzottino e riduzione di pera", firmata dallo Chef Martino Scarpa dell’Osteria ai Do Campanili è stata selezionata dal Comitato Esecutivo del Festival del Baccalà per concorrere alla finale di lunedì 5 dicembre

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo:

"Lunedì 28 novembre 2016 si sono svolte al ristorante Baccalàdivino di Mestre le Preselezioni Regionali del Festival Triveneto del Baccalà - Trofeo Tagliapietra 2016. I componenti del Comitato Esecutivo del Festival, dopo aver attentamente degustato le ricette, precedentemente indicate come migliori dagli stessi clienti di ogni ristorante, hanno decretato i sei piatti che parteciperanno alla finale, che si svolgerà lunedì 5 dicembre 2016 al Castello del Catajo a Battaglia Terme (Padova), in base ai seguenti criteri: Presentazione del piatto, Valorizzazione del prodotto, Tecnica, Degustazione, Innovazione e Creatività. Per il Veneto parteciperanno alla finale le seguenti ricette: Venezia: Baccalà al latte di capra con verzottino e riduzione di pera, firmata dallo Chef Martino Scarpa dell'Osteria ai Do Campanili (Cavallino - Treporti); Belluno: Baccalà nell'habitat dolomitico, firmata dallo Chef Luigi Dariz del Ristorante Da Aurelio (Passo Giau); Vicenza: I ravioli di stoccafisso, la zucca, caviale di lampone e polenta, firmata dallo Chef Renato Rizzardi de La Locanda di Piero (Montecchio Precalcino). Padova: Tramezzino e spritz: tramezzino speziato con stoccafisso e cipolla caramellata, firmata dallo Chef Andrea Bozzato de La Posa Degli Agri (Polverara). Per il Friuli Venezia Giulia parteciperà alla finale la ricetta: Gelato di baccalà, le sue guancette in tempura di birra, crema d'aglio fermentato mayonese al wasabi, firmata dallo Chef Stefano Basello del ristorante Il Fogolar - Là di Moret (Udine). Per il Trentino - Alto Adige parteciperà alla finale la ricetta: Ravioli di Baccalà alla Cacciatora, Tartufo Nero, firmata dallo Chef Claudio Melis del ristorante Zur Kaiserkron (Bolzano). Durante la finale, una Giuria d'eccellenza composta da sette autorevoli Tecnici della ristorazione e coordinata da Franco Favaretto, Chef patron del Baccalàdivino di Mestre, sancirà la ricetta vincitrice della settima edizione del Festival Triveneto del Baccalà, nonché la migliore ricetta a base di baccalà 2016, assegnando allo chef vincitore il Trofeo Tagliapietra e un viaggio alle Lofoten, isole norvegesi patria dello stoccafisso. Durante la serata i piatti in gara saranno accompagnati da una selezione di vini della Strada del Vino Colli Euganei. La Giuria del Festival Triveneto del Baccalà - settimo Trofeo Tagliapietra che, lunedì 5 dicembre 2016, in occasione della cena finale della manifestazione enogastronomica, decreterà il vincitore, sarà così composta: - Ettore Bonalberti - Ideatore e Presidente onorario del Festival Triveneto del Baccalà; - Fausto Arrighi - Tecnico della Ristorazione ex Direttore della Guida Michelin; - Chef Michele Cella - Biosteria Basilico 13 (Treviso), vincitore dell'edizione del Festival Triveneto del Baccalà 2015; - Chef Peter Brunel - Lungarno Collection - Firenze; - Chef Antonio Chemello - La Trattoria di Palmerino - Sandrigo (Vicenza); - Chef Nicola Portinari - Ristorante La Peca - Lonigo (Vicenza) - Chef Emanuele Scarello - Agli Amici - Udine; Coordinatore della Giuria: - Chef Franco Favaretto - Baccalàdivino di Mestre (Venezia). Alla manifestazione culinaria itinerante, organizzata dalla Dogale Confraternita del Baccalà Mantecato, la Venerabile Confraternita del Baccalà alla Vicentina, la Patavina Confraternita del Baccalà e la Vulnerabile Confraternita dello Stofiss dei Frati, in collaborazione con la Tagliapietra e Figli Srl, una tra le più importanti aziende leader importatrici di baccalà e stoccafisso con sede a Mestre (Venezia), hanno preso parte 35 ristoranti tra Friuli Venezia Giulia, Veneto e Trentino Alto Adige, presentando, come da regolamento, tre ricette - antipasto, primo e secondo - originali e innovative. Lunedì 28 novembre, è stato decretato inoltre il vincitore dell'edizione 2016 di Baccalando, il percorso che si affianca a quello più tradizionale del Festival Triveneto del Baccalà che prevede la proposta in chiave creativa e originale, da parte di sette locali alla moda del Veneto, di cichéti, stuzzichini o finger food a base di baccalà, accompagnati da un drink. L'aperitivo che ha convinto la giuria per creatività e innovazione è stato quello dell'Autostazione (Cittadella, Padova) di Giovanni e Narciso Bacchin: bignè di croccante baccalà, fiori eduli, cialda di riso soffiato, alga Nori e salsa agrodolce allo zenzero, ideato dal cuoco Nicola Pavan. L'appetizer verrà servito durante la finale accompagnato dal cocktail Tokuyoshi firmato da Michele Zilio, barman dell'Autostazione. Il premio: un volo per due persone ad Oslo, in Norvegia, patria del merluzzo."

Torna su
VeneziaToday è in caricamento